Archivi categoria: Elenchi brutti

Le mie altre robe del 2018

E anche quest’anno concludiamo la tripletta di elenconi brutti sulla roba consumata (e appuntata e/o che non mi sono dimenticato) nel corso dell’anno precedente con il mischione di quel che resta. Il mischione include i libri, i fumetti e le robe varie viste in TV che non siano film, quindi serie TV, documentari, cortometraggi e pucchiaccherelle assortite. Ah, per le serie TV, non sono incluse quelle di cui ho iniziato a guardare una stagione nel 2018 senza arrivare a finirla. Come ieri e l’altro ieri, ho piazzato il link apposito per i casi in cui ne ho scritto da qualche parte. Come ieri e l’altro ieri, questo testo introduttivo è largamente copincollato da quello degli anni scorsi.

Continua a leggere Le mie altre robe del 2018

I miei videogiochi del 2018

Secondo giorno di elenconi brutti: oggi tocca ai videogiochi su cui ho messo mano nel 2018 e ai quali ho giocato fino a completamento, o perlomeno fino al punto di decidere che potevo assegnare le stelline gli asterischi con un minimo di cognizione di causa. Non è quindi inclusa eventuale roba a cui ho fatto una o due partite e, in generale, che ho iniziato l’anno scorso ma a cui giocherò davvero (forse, vai a sapere) quest’anno, così come non conta la roba a cui non gioco regolarmente ma che continua ad essere installata sul telefono perché ogni tanto ricasco nel tunnel della droga, tipo Drop7 twofold inc., così come non conta il party game che esci una volta ogni dieci mesi, tipo Singstar. E chiaramente mancano eventuali cose che mi sono dimenticato di segnarmi. Ce ne faremo una ragione, così come ci faremo una ragione del fatto che questo paragrafo è quasi interamente riciclato da quello degli anni scorsi.

Continua a leggere I miei videogiochi del 2018

I miei film del 2018

In un lampo di produttività manifestatosi a metà fra una corsa al cesso post caffè mattutino e il tonante risveglio di mia figlia, ho deciso di anticipare alla prima settimana di gennaio la canonica tripletta di elenchi brutti d’inizio anno a favore di Bovati e qualche altro matto a cui interessano. La roba è ordinata per stelline (anzi, asterischi, da 1 a 5), a beneficio del mio spirito ossessivo compulsivo e di gente apparentemente interessata a questo genere di scemenze. A parità di stelline, la roba è ordinata per lo più a caso, a tratti per simpatia, sempre nel momento in cui l’ho “consumata”, quindi senza alcun senno di poi da revisionismo di fine anno. In quel momento là, mi andava di piazzare la roba lì. Le stelline, per altro, sono quelle che ho assegnato mano a mano sui vari socialcosi. Oggi si parla di cinema, quindi il socialcoso è Letterboxd (agile link al mio profilo), ma qui sul blog le stelline sono arrotondate senza i mezzi, talvolta per eccesso, talvolta per difetto. In linea generale, la sostanza è che è più o meno tutto diviso in cinque fasce e non c’è una vera e propria distinzione netta fra le cose che stanno nella stessa fascia. O forse c’è. Vai a sapere. Beh, di sicuro c’è una distinzione in quello che decido di mettere in cima agli elenchi, con la sua bella immagine tutta grossa.

Per ogni film di cui ho scritto da qualche parte, c’è il link a post, articoli o chissaccosa. Per diversi film non ho scritto una fava di linkabile, ma per ogni singola visione ho scritto almeno due righe su Letterboxd. La raffica di commenti al volo sta a questo indirizzo qua. Se qualcuno ci tiene a leggere due righe mie sui (tanti) film di cui non ho scritto nel blog, o magari altre due righe sui (pochi) film di cui ho scritto nel blog, le trova lì. Ho fatto anche gli elenconi, quasi identici a quelli che stanno qui, ma con lievi differenze e comunque più belli da guardare. Stanno nella pagina con il mio Year in Review.

Gli elenconi sono quattro:

  1. i film che ho visto fra quelli usciti in Italia nel 2018, compresa anche roba che ho visto magari uno, due o duecento anni prima;
  2. i film che ho visto nel 2018 ma non sono usciti in Italia prima della fine del 2018;
  3. i film usciti in Italia prima del 2018 che ho visto per la prima volta nel 2018;
  4. i film che ho rivisto nel 2018 ma sono usciti in Italia prima del 2018.

C’è tutto quel che ho visto lo scorso anno (e, come detto, anche un paio di cose viste prima) tranne ovviamente quel che mi sono scordato di segnarmi. Fine.

Film usciti in Italia nel 2018 (e che ho visto, magari anche prima del 2018)
Lady Bird *****
Chiamami col tuo nome *****
Tre manifesti a Ebbing, Missouri ***** (Ne ho chiacchierato su Outcast)
La forma dell’acqua – The Shape of Water ***** (Ne ho chiacchierato su Outcast)
Il filo nascosto *****
Spider-Man: Un nuovo universo *****
First Man – Il primo uomo *****
BlacKkKlansman ***** (Ne ho chiacchierato su Outcast)
Dogman *****
Avengers: Infinity War ***** (Ne ho chiacchierato su Outcast)
Zombie contro zombie *****
Mission: Impossible – Fallout *****
Annihilation *****
Gli Incredibili 2 *****
Tully ***** (Ne ho chiacchierato su Outcast)
Hereditary *****
The Post ***** (Ne ho chiacchierato su Outcast)
Il prigioniero coreano *****
Thelma *****
L’uomo che uccise Don Chisciotte ****
Game Night – Indovina chi muore stasera? ****
A Quiet Place: Un posto tranquillo ****
A Star Is Born ****
Halloween ****
Deadpool 2 ****
A Beautiful Day ****
Vita da vampiro ****
Tonya ****
Ant-Man and the Wasp ****
Revenge **** (Ne ho chiacchierato su Outcast)
Skyscraper **** (Ne ho chiacchierato su Outcast)
Unsane **** (Ne ho chiacchierato su Outcast)
La truffa dei Logan ****
Bodied ****
Black Panther **** (Ne ho chiacchierato su Outcast)
Molly’s Game ****
La diseducazione di Cameron Post ****
Disobedience ****
I segreti di Wind River ****
The Equalizer 2: Senza perdono **** (Ne ho chiacchierato su Outcast)
Soldado ****
7 sconosciuti a El Royale ****
Old Man & the Gun ****
Red Zone – 22 miglia di fuoco ****
L’isola dei cani **** (Ne ho chiacchierato su Outcast)
The Predator ***
Ready Player One *** (Ne ho chiacchierato su Outcast)
Upgrade ***
Searching ***
Jurassic World – Il regno distrutto *** (Ne ho chiacchierato su Outcast)
Solo: A Star Wars Story *** (Ne ho chiacchierato su Outcast)
Jumanji – Benvenuti nella giungla *** (Ne ho scritto su Outcast)
The Foreigner *** (Ne ho chiacchierato su Outcast)
Red Sparrow ***
Downsizing – Vivere alla grande ***
La prima notte del giudizio ***
Ocean’s 8 ***
Big Fish & Begonia ***
Tomb Raider *** (Ne ho chiacchierato su Outcast)
Beirut ***
Pacific Rim: La rivolta ***
Ore 15:17 – Attacco al treno *** (Ne ho chiacchierato su Outcast)
The Cloverfield Paradox **
Venom **

Film non usciti in Italia prima della fine del 2018 (e che ho visto nel 2018)
Freaks *****
Last Flag Flying *****
Under the Silver Lake **** (Ne ho chiacchierato su Outcast)
The Looming Storm ****
Sorry to Bother You ****
The Man Who Feels No Pain ****
The Blood of Wolves ****
What Keeps You Alive ***
We ***
Punk Samurai Slash Down ***
Hotel Artemis ***

Film usciti in Italia prima del 2018 che ho visto per la prima volta nel 2018
Quinto potere *****
Maniac ****
La ruota delle meraviglie ****
L’uomo sul treno ****
L’immortale **** (Ne ho chiacchierato su Outcast)
Vita da popstar ****
Whiskey Tango Foxtrot ***
Swiss Army Man – Un amico multiuso ***
Sausage Party – Vita segreta di una salsiccia **
Borg McEnroe **

Film che ho rivisto nel 2018
Blade Runner *****
Creed – Nato per combattere *****
All’inseguimento della pietra verde ***
Kingsman: Il cerchio d’oro ***

Letterboxd mi dice che ho visto 88 film, poco più della metà rispetto all’anno scorso e, in generale, decisamente meno del solito. Direi che l’effetto paternità si è finalmente fatto sentire, soprattutto nella seconda metà dell’anno, con gli orari dell’asilo che hanno tarpato le ali del mio dolce far niente.

Le mie altre robe del 2017

E anche quest’anno concludiamo la tripletta di elenconi brutti sulla roba consumata (e appuntata e/o che non mi sono dimenticato) nel corso dell’anno precedente con il mischione di quel che resta. Il mischione include i libri, i fumetti e le robe varie viste in TV che non siano film, quindi serie TV, documentari, cortometraggi e pucchiaccherelle assortite. Come ieri e l’altro ieri, ho piazzato il link apposito per i casi in cui ne ho scritto da qualche parte. Come ieri e l’altro ieri, questo testo introduttivo è largamente copincollato da quello degli anni scorsi.

Ah, di nuovo, come per i post di ieri e dell’altro ieri, a favore dei matti che ci tengono a leggere anche i miei pareri sparati a caso al volo, ci sono i link alle socialrobe in cui ho scribacchiato velocemente anche di cose per le quali non ho scritto post o articoli. Per quanto riguarda i libri, qua c’è il mio profilo su Anobii, ma soprattutto qui ci sono tutte le “due righe” che ho scritto sui libri letti. Sul fronte serie TV, invece, qui abbiamo il mio profilo su Traktqui il classificone di tutto quel che ho guardato nel 2017 e qui i vari commenti che ho scribacchiato (in inglese stentato, perché le regole del sito impongono l’utilizzo dell’inglese). E per i fumetti? Una sega.

Continua a leggere Le mie altre robe del 2017

I miei videogiochi del 2017

Secondo giorno di elenconi brutti, oggi tocca ai videogiochi su cui ho messo mano nel 2017 e ai quali ho giocato fino a completamento, o perlomeno fino al punto di decidere che potevo assegnare le stelline gli asterischi con un minimo di cognizione di causa. Non è quindi inclusa eventuale roba a cui ho fatto una o due partite e, in generale, che ho iniziato l’anno scorso ma a cui giocherò davvero (forse, vai a sapere) quest’anno, così come non conta la roba che mi perseguita da anni tipo Drop7 o il party game che esci una volta ogni dieci mesi, tipo Singstar. E chiaramente mancano eventuali cose che mi sono dimenticato di segnarmi. Ce ne faremo una ragione, così come ci faremo una ragione del fatto che questo paragrafo è quasi interamente riciclato da quello degli anni scorsi.

Continua a leggere I miei videogiochi del 2017

I miei film del 2017

Amici! Amico? Bovati? Chiunque! Siamo alla seconda settimana di gennaio, il momento in cui tradizionalmente il blog torna in vita per buttar fuori i post con gli elenconi brutti di tutta la roba che ho consumato nell’annata appena conclusasi, o comunque di tutta quella che mi sono ricordato di segnarmi. La roba è ordinata per stelline (anzi, asterischi, da 1 a 5), a beneficio del mio spirito ossessivo compulsivo e di gente apparentemente interessata a questo genere di scemenze, tipo Bovati, che ha pure il tag. A parità di stelline, i film sono ordinati per lo più a caso, a tratti per simpatia, sempre nel momento in cui ho visto il film, quindi senza alcun senno di poi da revisionismo di fine anno. In quel momento là, mi andava di piazzare il film lì. Le stelline, per altro, sono quelle che ho assegnato mano a mano su Letterboxd (agile link al mio profilo), qui arrotondate senza i mezzi. In linea generale, la sostanza è che è più o meno tutto diviso in cinque fasce e non c’è una vera e propria distinzione netta fra le cose che stanno nella stessa fascia. O forse c’è. Vai a sapere. Beh, di sicuro c’è una distinzione in quello che decido di mettere in cima agli elenchi, con la sua bella immagine tutta grossa.

Continua a leggere I miei film del 2017

Le mie altre robe del 2016

E anche quest’anno concludiamo la tripletta di elenconi brutti sulla roba consumata (e appuntata e/o che non mi sono dimenticato) nel corso dell’anno precedente con il mischione di quel che resta. Il mischione include i libri, i fumetti e le robe varie viste in TV che non siano film, quindi serie TV, documentari, cortometraggi e pucchiaccherelle assortite. Come ieri e l’altro ieri, ho piazzato il link apposito per i casi in cui ne ho scritto da qualche parte.
Continua a leggere Le mie altre robe del 2016

I miei videogiochi del 2016

Secondo giorno di elenconi brutti, oggi tocca ai videogiochi su cui ho messo mano nel 2016 e ai quali ho giocato fino a completamento, o perlomeno fino al punto di decidere che era ora di smetterla. Non è quindi inclusa eventuale roba a cui ho fatto una o due partite e, in generale, che ho iniziato l’anno scorso ma a cui giocherò davvero (forse, vai a sapere) quest’anno, così come non conta la roba che mi perseguita da anni, tipo Drop7 e Wii Fit U, o il party game che esci una volta ogni dieci mesi, tipo Singstar. E chiaramente mancano eventuali cose che mi sono dimenticato di segnarmi. Ce ne faremo una ragione, così come ci faremo una ragione del fatto che questo paragrafo è quasi interamente riciclato da quello dell’anno scorso.
Continua a leggere I miei videogiochi del 2016

I miei film del 2016

E come per tutte le seconde settimane di gennaio, anche quest’anno estraggo i miei post con gli elenconi brutti di tutta la roba che ho consumato nell’annata appena conclusasi, o comunque di tutta quella che mi sono ricordato di segnarmi. La roba è ordinata per stelline (anzi, asterischi, da 1 a 5), a beneficio del mio spirito ossessivo compulsivo e di gente apparentemente interessata a questo genere di scemenze, tipo Bovati, che ha pure il tag. A parità di stelline, i film sono ordinati per lo più a caso, a tratti per simpatia, sempre nel momento in cui ho visto il film, quindi senza alcun senno di poi da revisionismo di fine anno. In quel momento là, mi andava di piazzare il film lì. Le stelline, per altro, sono quelle che ho assegnato mano a mano su Letterboxd (agile link al mio profilo), qui arrotondate senza i mezzi. In linea generale, la sostanza è che è più o meno tutto diviso in cinque fasce e non c’è una vera e propria distinzione netta fra le cose che stanno nella stessa fascia. O forse c’è. Vai a sapere. Beh, di sicuro c’è una distinzione in quello che decido di mettere in cima agli elenchi, con la sua bella immagine tutta grossa.

Continua a leggere I miei film del 2016

Le mie altre robe del 2015

Chiudiamo la raffica di elenconi della roba consumata (e appuntata e/o che non mi sono dimenticato) nel 2015 con il cumulo di tutto il resto, quindi libri, fumetti e cose viste in TV, dove per “cose viste in TV” si intendono serie TV, documentari, cortometraggi e chissà che altro. Anche in questo caso, se ne ho scritto da qualche parte, c’è il link apposito. Per i fumetti ho messo il link solo se effettivamente ho scritto qualcosa, non come facevo fino all’anno scorso, che linkavo tutto quanto e poi non c’era scritto niente. Mh, mi sa che non si capisce cosa intendo. Non importa.

Ah, se proprio ci tenete a sapere cosa ne penso dei libri, segnalo che nel 2015 ho iniziato a scrivere due righe su Anobii per ogni cosa che ho letto. Stanno a questo indirizzo qui. Per il terzo giorno di fila, puntualizzo che la valutazione da una stellina (asterisco) a cinque stelline (asterischi) si agita in quel fantastico mondo che va fra il “completamente a caso” e il “sostanzialmente a simpatia”, che è bene o male una divisione in cinque fasce e che l’ordine a parità di stelline (asterischi) è altrettanto a caso/simpatia. E niente, direi che è tutto. Fate i bravi.

I libri che ho letto o riletto nel 2015
L’uomo di Marte – The Martian *****
The Art of Game Design ***** (Ne ho scritto su Outcast)
Il potere del cane *****
Commodore Amiga: a Visual Commpendium ***** (Ne ho scritto su Outcast)
Expecting Better *****
The Sellout *****
Cotto – Storia naturale della trasformazione ****
Il nuovo bambino ****
La ragazza che sapeva troppo ****
Console Wars **** (Ne ho scritto su Outcast)
Service Games – The Rise and Fall of SEGA ****
Breve storia di sette omicidi ****
All Involved ****
La ragazza del treno ****
Scribe ****
Fight Night ****
Da zero a tre anni – La nascita della mente ***

Penny-Dreadful-Season-2-Poster-Eva-Green

Le serie TV, le robe strane per la TV o il web e i cortometraggi che ho guardato o riguardato nel 2015
Penny Dreadful – Stagione 2 *****
The Americans – Stagioni 1/2 *****
You’re The Worst – Stagione 2 *****
Orange is the New Black – Stagioni 1/3 *****
iZombie – Stagione 1 *****
Togetherness – Stagione 1 *****
Mr. Robot – Stagione 1 *****
Girls – Stagione 4 *****
One Mississippi – Episodio pilota *****
The Honourable Woman *****
You’re the Worst – Stagione 1 *****
Lovesick (Scrotal Recall) – Serie 1 *****
Catastrophe – Serie 1 *****
Penny Dreadful – Stagione 1 *****
Jessica Jones – Stagione 1 *****
Daredevil – Stagione 1 *****
The Man in the High Castle – Stagione 1 *****
The Walking Dead – Stagione 6 (1/8) *****
The Strain – Stagione 2 *****
Broad City – Stagioni 1/2 *****
Agent Carter – Stagione 1 (01, 02, 03, 04, 05, 06, 07, 08) *****
Agents of S.H.I.E.L.D. – Stagione 2 (11, 12, 13, 14, 15, 16, 17, 18, 19, 20, 21, 22) *****
Agents of S.H.I.E.L.D. – Stagione 3 (01, 01/10) *****
Z Nation – Stagione 1 *****
C’è sempre il sole a Philadelphia – Stagione 5 *****
The Last Man on Earth – Stagione 2 (01/08) *****
Knights of Sidonia – Serie 1 ****
Chef’s Table – Stagione 1 *****
Feast *****
Mad Dogs – Pilota *****
The Man in the High Castle – Pilota *****
The New Yorker Presents – Pilota *****
The Good Wife – Stagione 6 ****/*****
Masters of Sex – Stagione 2 ****/*****
Les revenants: Quando ritornano – Stagione 1 ****
American Horror Story: Coven ****
C’è sempre il sole a Philadelphia – Stagioni 6/9 ****
House of Cards – Stagioni 1/3 ****
The Last Man on Earth ****
The Strain – Stagione 1 ****
Fear the Walking Dead – Stagione 1 ****
The Fall – Caccia al serial killer – Serie 1/2 ****
Constantine ****
Jim Jefferies: BARE ****
30 for 30 – No Crossover: The Trial of Allen Iverson ****
The Walking Dead – Stagione 5 (09, 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16)  ****
Unbreakable Kimmy Schmidt ****
24: Live Another Day ****
The Returned ****
Edge – Episodio pilota ****
Z: The Beginning of Everything – Episodio pilota ****
The Lone Gunmen ****
Once Upon Atari **** (Ne ho scritto su Outcast)
Atari: Game Over **** (Ne ho scritto su Outcast)
C’è sempre il sole a Philadelphia – Stagioni 2/4 ****
Aziz Ansari: Live at Madison Square Garden ****
Zach Galifianakis: Live at the Purple Onion ****
Eddie Murphy: Delirious ****
Cocked – Pilota ****
American Horror Story: Freak Show ***
Knights of Sidonia – Serie 2 ***
Good Girls Revolt – Episodio pilota ***
Casanova – Episodio pilota ***
Highston – Episodio pilota ***
Patriot – Episodio pilota ***
Sneaky Pete – Episodio pilota ***
X-Files – Stagione 9 ***
Battlestar Galactica: The Plan ***
Power/Rangers ***
C’è sempre il sole a Philadelphia – Stagione 1 ***
Gameloading: Rise of the Indies *** (Ne ho scritto su Outcast)
Salem Rogers – Pilota ***
Down Dog – Pilota ***
Please Subscribe *** (Ne ho scritto su Outcast)
L’Odyssée De La Vie **
Point of Honor – Pilota **
Kung Fury *

4471412-01

I fumetti che ho letto o riletto nel 2015
Low #1: “The Delirium of Hope” *****
Saga #5 *****
Wytches #1 *****
Shutter #1: “Wanderlust” *****
Shutter #2: “Way of the World” *****
Una vita tra i margini *****
Hokusai *****
Saga #4 *****
Black Science #3: “Vanishing Pattern” *****
Black Science #2: “Welcome, Nowhere” *****
Invincible #21: “Modern Family” *****
Fables #22: “Farewell” ****
Fables #21: “Happily Ever After” *****
L’Arabe du futur *****
The Walking Dead #24: “Life and Death” *****
The Walking Dead #23: “Whispers into Screams” *****
Fairest #5: “The Glamour for Glamour” ****
Deadly Class #2: “1988 – Kids of the Black Hole” *****
All Rounder Meguru #14 *****
Nailbiter #2: “Bloody Hands” ****
Nailbiter #3: “Blood in the Water” ****
Trees #1: “In Shadow” ****
Powers: Bureau #2: “Icons” ****
Outcast #1: “A Darkness Surrounds Him” ****
Sex Criminals #2: “Two Worlds, One Cop” ****
Sex Criminals #1: “One Weird Trick” ****
Fairest: In all the Land ****
Golem ****
Kingsman: The Secret Service ****
American Vampire #6 ****
Spider-Woman ****
All Rounder Meguru #13 ****
Con il cuore a Kobane ****
Deadly Class #3: “The Snake Pit” ****
Outcast #2: “A Vast And Unending Ruin” ****
Tony Stark Disassembled ****
Comandante Nasrin ****
Tex – L’eroe e la leggenda ****
Adam Wild #1/7 ****
Petites coupures à Shioguni ****
Ultimate post-Ultimatum ****
Team Fortress 2 **** (Ne ho scritto su Outcast)
Orfani #11/12 ****
Orfani: Ringo #4/6 ****
Orfani: Ringo #1/3 ****
Billy Bat #11 ****
Billy Bat #10 ****
Portal 2: Lab Rat **** (Ne ho scritto su Outcast)
Left 4 Dead: The Sacrifice *** (Ne ho scritto su Outcast)
Naruto #69 ***
Naruto #67/68 ****
Un marzo da leoni #9 ****
Dylan Dog #338  ****
Yawara! #10/11 ****
Yawara! #12 ****
Le Storie #28/31 ***/****
Le Storie #23/27 **/****
Dimentica il mio nome ***
Frankencastle ***
Gabriel Knight: The Temptation *** (Ne ho scritto su Outcast)
Hotline Miami 2: Wrong Number Digital Comic ***  (Ne ho scritto su Outcast)
Lilith #13 ***
Dragonero #20/24 ***
Dragonero #15/19 ***
Hellboy all’inferno #1: “La discesa” ***
Mix #5 ***
Mix #4 ***
Lukas #6/12 ***
Lukas Reborn #1/3
Lukas #5 ***
Dragonero Speciale #1 ***
Short Program: Girl’s Type ***
Blue Exorcist #13 ***
Crows #3/9 ***
Crows #1/2 ***

Tiriamo le somme facendo dei conti in larga misura spannometrici. Nel 2015 ho guardato più film e più roba televisiva rispetto al 2014. Inoltre, secondo Anobii, ho letto tre libri in più, per un totale di quasi tremila pagine in più (non il doppio, ma non troppo lontano dall’esserlo) rispetto al 2014, quando già avevo sostanzialmente raddoppiato rispetto al 2013. Già che ci siamo, segnalo che da qualche mese ho iniziato a leggere regolarmente (invece di accumulare mesi d’arretrati) Edge, Retro Gamer e GamesTM. E già che c’ero mi sono finalmente abbonato a Internazionale (e leggo regolarmente pure quella). Da qualche parte il tempo bisogna prenderlo e infatti, a spanne, direi che ho giocato decisamente meno rispetto all’anno scorso. Come accade ormai da anni, anzi, forse ancora di più rispetto agli anni scorsi, ho giocato quasi solo per lavoro, con l’eccezione delle cosette mobile da tazza del cesso e di poco altro (certo, il “poco altro” comunque ha il suo peso, considerando che The Talos Principle mi ha preso venti ore e Mass Effect 3 me ne ha occupate quaranta… non esattamente briciole, per i miei standard degli ultimi tempi). Cosa questo dica di me, onestamente, non lo so. Sicuramente influisce il fatto che negli ultimi mesi ho avuto le mani occupate dall’erede. Penso che il trend ci sarebbe stato comunque, ma insomma, magari, senza un poppante fra le braccia, avrei giocato a Metal Gear Solid V per più di due ore totali. Nel complesso, si tratta di vecchiaia, immagino. E anche, tutto sommato, del fatto che guardare/leggere qualcosa è meno sbattimento. Quindi è culo pesante, più che vecchiaia. O forse la vecchiaia, in fondo, è culo pesante. E mani occupate. Vai a sapere.