Archivi tag: Quentin Tarantino

The Hateful Eight

The Hateful Eight è l’ottavo (o nono, o magari perfino decimo, fate voi a seconda di se/come volete contare i due Kill Bill e l’episodio di Four Rooms) film di Quentin Tarantino ed è quello con cui, al netto del desiderio già espresso di realizzare almeno un altro western, va probabilmente a chiudere il suo ciclo storico e politico, in un crescendo che ci ha portati a un ritratto impietoso e rabbioso degli Stati Uniti d’America. Un po’ come già Jackie BrownDeath Proof, è un film che sembra quasi volersi scrollare di dosso gli eccessi spettacolari e più appetibili per il pubblico mainstream dei due precedenti, che riduce la risonanza del cast e pensa a farsi soprattutto gli affari suoi, a botte di sofisticazioni vintage, integralismi su lenti, pellicola, ouverture e intervallo, un tripudio più forte che mai di suggestioni da studente della storia del cinema, narrazione di stampo teatrale come mai prima nella carriera del regista e, sostanzialmente, due ore di gente che chiacchiera senza tregua per accumulare elementi su cui far esplodere la tensione e il macello nella seconda parte. Ed è un film bellissimo.

Continua a leggere The Hateful Eight

Annunci

Domande e risposte

In un mondo ideale, oggi avrei scritto qua sul blog per parlare di qualcosa d’interessante. Tipo, volevo recuperare un post su qualche film oscuro visto mesi fa, mai uscito in Italia e che magari – vai a sapere – scrivendone qui faccio conoscere a qualcuno. Avevo anche una mezza idea di scrivere di qualche fumetto sfizioso letto di recente. E ci sarebbero anche delle serie TV che mi sono visto. E invece non c’ho tempo, anche perché devo andare a un evento con circa centododici giochi indie che si svolge oggi pomeriggio qui a Parigi, quindi me la cavo così, suggerendo l’ascolto di un podcast.  Si tratta di The Q & A With Jeff Goldsmith, un podcast interamente basato sulle interviste a gente di TV e cinema, che il Goldsmith in questione organizza in occasione di proiezioni dei loro film. Le interviste sono quasi sempre molto interessanti, anche perché lunghe, approfondite e con gente che ha voglia di chiacchierare e non sta lì a dire cose standard per riempire dieci minuti di slot. Inoltre, nel mese di agosto, Goldsmith ha infilato nel suo podcast anche le registrazioni di alcune conferenze del San Diego Comic-Con e, per dire, quella di Quentin Tarantino e quella di Joss Whedon sono davvero, davvero belle. Quindi, insomma, dategli un ascolto, via.

E poi sono in lutto per la pallacanestro, su.