Hitman: Agent 47

Hitman: Agent 47 (USA, 2015)
di Aleksander Bach
con Rupert Friend, Hannah Ware, Zachary Quinto

Hitman: Agent 47 costituisce il secondo tentativo di portare sul grande schermo l’assassino silenzioso di IO Interactive. Il primo, risalente al 2007, era il classico adattamento cinematografico mediocre del quale si poteva salvare qualche aspetto, come le belle immagini piazzate qua e là da Cristophe Gans, la bella presenza di Olga Kurylenko e il bel ciondolare di Timothy Olyphant, forse poco adatto al personaggio, ma a cui è difficile voler male. L’aspetto indubbiamente peggiore? La tremenda sceneggiatura di Skip Woods, uno la cui scheda su IMDB potrebbe essere catalogata come rifiuto tossico. E, licenza del videogioco a parte, cosa accomuna i due film basati su Hitman? Ma Skip Woods, ovviamente.

Continua a leggere Hitman: Agent 47

Annunci

Madcast

OK, questa è una di quelle giornate in cui voglio pubblicare qualcosa sul blog ma non ho forza/tempo/voglia di farlo e quindi segnalo un podcast, ché fa sempre colore. Nello specifico, segnalo il podcast di Empire, la famosa rivista britannica di cinema, e in particolare il recente “spoiler special” su Mad Max: Fury Road. Cos’è uno spoiler special? È un episodio speciale, dedicato a un singolo film, nel quale i conduttori del podcast parlano col regista e poi chiacchierano fra di loro andando nel dettaglio anche della trama, senza preoccuparsi di svelare o non svelare cose. L’unica regola è che registrano gli spoiler special solo se hanno modo di far partecipare il regista. E siccome non ci erano riusciti ai tempi dell’uscita cinematografica, hanno recuperato in occasione dell’uscita in blu-ray.

Continua a leggere Madcast

Chef’s Table – Stagione 1

Chef’s Table – Season 1 (USA, 2015)
creato da David Gelb

Uno fra gli aspetti più sottovalutati, o comunque meno chiacchierati, della proposta di Netflix è costituito dalla valanga di documentari che è possibile gustarsi tramite il servizio di streaming americano. Certo, la proposta varia parecchio da territorio a territorio e per esempio la meravigliosa serie a tema sportivo 30 For 30, ideata da Bill Simmons e prodotta da ESPN, è riservata ai soli utenti statunitensi. Ma in qualunque territorio si vada a pescare, compreso quello italiano, si trovano comunque svariati documentari su un po’ tutti gli argomenti: cinema, storia, politica, attualità, natura, cucina, la qualunque. E diversi sono prodotti da Netflix stessa, con risultati spesso notevoli e che hanno fruttato riconoscimenti, come nel caso della nomination agli Oscar per Virunga.

Continua a leggere Chef’s Table – Stagione 1

Lo spam della domenica mattina: I’m going in!

Questa settimana è spuntata su IGN la mia anteprima (e videoanteprima) di Rainbow Six Siege, provato per un po’ di ore a Londra assieme a una banda di sciamannati. Su Outcast, invece, abbiamo il Tentacolo Viola speciale dedicato a Ritorno al futuro, il nuovo Popcorn, il nuovo Chiacchiere Borderline e l’Old! sull’ottobre del 2005.

La prossima settimana c’è la Paris Games Week. Potrei avere difficoltà col blog. E non dimentichiamoci che l’erede sta dalle parti del 10 and goal.

Crimson Peak

Crimson Peak (USA, 2015)
di Guillermo Del Toro
con Mia Wasikowska, Jessica Chastain, Tom Hiddleston, Charlie Hunnam

Per qualche motivo, a un certo punto Guillermo Del Toro ha deciso di essere infastidito dall’idea che la gente considerasse Crimson Peak un film horror. Si è messo a raccontare nelle varie interviste che capiva i motivi per cui il distributore l’ha venduto come tale nei trailer, ma che no, non è un film horror. E la stampa (o parte della stessa), ha iniziato ad andargli dietro con convinzione. Guglielmino l’ha pure fatto dire alla sua protagonista nella parte iniziale del film, sottolineando il tutto con un pennarello rosso: ci sono dei fantasmi, ma non è una storia di fantasmi. Ora, per parafrasare le sue stesse parole, capisco i motivi per cui l’ha fatto, ma insomma, eh, mi sembra un po’ una paraculata.

Continua a leggere Crimson Peak

Suburra

Suburra (Italia, 2015)
di Stefano Sollima
con Pierfrancesco Favino, Elio Germano, Claudio Amendola

Mentre guardavo Suburra, continuavo a pensare a Heat. Ma quasi ininterrottamente, eh! Ogni volta che quella colonna sonora un po’ invadente attaccava a spingere per sottolineare la forza di questo e quel momento, mi venivano in mente le scene con Robert De Niro che osserva il vuoto riflettendo sui suoi peccati accompagnato da note (che ricordo) abbastanza simili. Ogni volta che due personaggi si sedevano a un tavolino per chiacchierare guardandosi storto, mi veniva in mente quell’unica volta in cui lo fanno Bob e Al. Sulla (bella) sparatoria al centro commerciale, m’è venuta in mente la (meravigliosa) sparatoria in Figueroa. Ora, intendiamoci, magari sono io che sovrappongo perché Heat è uno fra i miei film preferiti di uno fra i miei registi preferiti, ma insomma, intanto accadeva. E, tutto sommato, con tutti i se e i ma di questo mondo, non rabbrividivo all’idea. Hai detto niente.

Continua a leggere Suburra

Daredevil in Italia!

Domani arriva Netflix in Italia, quindi domani arriva Daredevil in Italia. Logica vorrebbe, quindi, che domani io segnalassi quel che avevo scritto tempo fa sulla serie. Solo che oggi avrei voluto scrivere di Suburra, ma poi è capitato tutto e il contrario di tutto, non c’ho avuto tempo e quindi facciamo che oggi segnalo quel che avevo scritto tempo fa sulla serie. L’avevo scritto a questo indirizzo qua.

E quindi domani scrivo di Suburra? Eh, vai a sapere, del domani non cè certezza.

Unbreakable Kimmy Schmidt – Stagione 1

Unbreakable Kimmy Schmidt – Season 1 (USA, 2015)
creato da Tina Fey, Robert Carlock
con Ellie Kemper, Tituss Burgess, Carol Kane, Jane Krakowski

In origine, Unbreakable Kimmy Schmidt sarebbe dovuta essere la nuova serie di Tina Fey e Robert Carlock sulla NBC, che già era stata la casa di 30 Rock. L’idea di partenza era semplice: costruire qualcosa attorno al volto intriso d’assurda innocenza di Ellie Kemper e alla forza che nonostante questo riesce ad esprimere. NBC, però, non sembrava credere particolarmente nel progetto, e probabilmente in generale nelle commedie, e finì per venderlo a Netflix, giunta arrembante al salvataggio come già per diverse altre serie. E quindi, qualche tempo dopo, per la precisione a marzo di quest’anno, Unbreakable Kimmy Schmidt si è manifestata sugli schermi degli abbonati a Netflix. Ne è valsa la pena?

Continua a leggere Unbreakable Kimmy Schmidt – Stagione 1

The Lobster in Italia!

Oggi esce al cinema in Italia The Lobster, un film più o meno di fantascienza tutto bizzarro, che ha vinto il premio della giuria a Cannes e che io ho visto qualche mese fa, perché davano qua a Parigi un po’ di film del festival. Secondo me merita un sacco, ne ho scritto a questo indirizzo qua.

Il paradosso? In Francia esce a fine mese.