Archivi tag: Ana de Armas

Trafficanti

Trafficanti si ispira a un articolo (The Stoner Arms Dealers: How Two American Kids Became Big-Time Weapons Traders, firmato da Guy Lawson per Rolling Stone nel 2011), che racconta la storia di David Packouz ed Efraim Diveroli, improvvisatisi trafficanti d’armi e capaci, sgomitando in maniera non del tutto legale, di conquistare uno fra gli appalti più ambiti offerti dal governo statunitense. Questa storia viene raccontata da Todd Phillips, che tutti noi conosciamo come il cantore dei rincoglioniti a stelle e strisce (Road Trip, Old School, Starsky & Hutch, Parto col folle, la trilogia di Una notte da leoni) ma che, e in questo lo conosciamo probabilmente molto meno, a inizio carriera era un documentarista underground molto apprezzato. Questa sua doppia anima d’autore, sulla carta, lo rende adatto ad inserirsi nel filone sempre più popolare dei film di denuncia che la buttano anche sul ridere.

Continua a leggere Trafficanti

Knock Knock

Mi stavo mettendo a scrivere di Knock Knock e mi sono chiesto: “Ma quand’è che l’ho visto, Knock Knock?” No, perché, OK, in Italia ci esce adesso, direttamente sul mercato dell’home video, anche se mi dicono che a un certo punto è passato in prima serata su una qualche rete Mediaset. E già qui si potrebbe aprire tutta una parente(si) su che senso abbia trasmettere un film del genere in prima serata, ma insomma, si sa, nel bene e nel male, noi ragioniamo al contrario degli americani, le tette sì e la violenza no. Ma chiudiamo la parente(si) e diciamo che ero convinto di averlo visto qualche mese fa, comunque quest’anno, e invece sono andato a controllare su Letterboxd (a proposito, mi trovate qui) e stiamo parlando di settembre del 2015. Ebbene sì, sono passati quasi sette mesi. Mentre dalle vostre parti, se non ricordo male, usciva Green Inferno, mentre da qualche parte, se non ricordo male, ci lasciava Wes Craven, io andavo a vedermi al cinema qua a Parigi Knock Knock, il nuovo film di Eli Roth con due ragazzine supergnocche e dall’aria barely legal che fanno a Keanu Reeves le cose belle e poi le cose brutte. E com’è? Eh, un attimo, ché devo cercare di ricordarmelo.

Continua a leggere Knock Knock