Archivi tag: Love

Love – Stagione 2

Tradizionalmente, le commedie televisive incentrate su una storia d’amore tendono a giocare per settimane, mesi, anni, sul “Si metteranno assieme o no?”, con un tira e molla infinito che fa da meccanismo di base per lo sviluppo (esile) del racconto e per molti dei tormentoni umoristici. E in fondo è quello che, in una certa misura, fa anche Lovesick, una serie abbastanza fuori dagli schemi sotto alcuni aspetti ma di certo non in questo. Ultimamente, però, si sono viste diverse serie TV che hanno scelto una strada diversa, facendo accoppiare fin da subito, o quasi, i loro protagonisti e dedicandosi poi a raccontare l’evoluzione del rapporto. È quel che fanno due gioielli come You’re the WorstCatastrophe ed è veramente il cuore di quel che Love voleva essere fin dall’inizio.

Continua a leggere Love – Stagione 2

Annunci

Love

L’altro giorno è spuntato Love su Netflix e sono stato improvvisamente colto da sapidi flashback legati a quel pomeriggio di ottobre 2015 che mi ha visto infilarmi in un piccolo cinema di periferia assieme a un paio di ragazzi e un’orda di coppiette attempate, inforcare degli occhiali per il 3D e rendermi poi conto che, di fronte all’immagine di un getto di sperma che mi veniva sparato in faccia nello splendore delle tre dimensioni, il cinema mi aveva ormai dato tutto quel che aveva da darmi. E qui, a scanso di equivoci, puntualizzo che non sto parlando di Love, la bella serie prodotta da Netflix e manifestatasi qualche mese fa, ma di Love, l’assurdo ultimo film di Gaspar Noé (Irreversible, Enter the Void) che nelle sale veniva proposto come Love 3D. E che, se non mi sono perso qualcosa, non dovrebbe essere passato per i cinema italiani ma è stato appunto reso disponibile su Netflix, chiaramente senza il bonus della terza dimensione.

Continua a leggere Love

Love – Stagione 1

Dunque, breve cronaca del mio rapporto con Love. Ero incuriosito perché avevo sentito Judd Apatow chiacchierarne in un podcast, parlando del modo in cui avevano scelto di utilizzare i ritmi del mezzo non solo televisivo, ma proprio da visione/indigestione su Netflix, per raccontare l’evoluzione di un rapporto con calma, nel tempo, senza affrettare le cose, dando il giusto peso agli archi dei personaggi. Ed ero incuriosito perché alla fin fine un po’ tutte le cose su cui mette le mani Apatow, soprattutto quelle su cui mette le mani ma che non cura direttamente lui, sono interessanti. Poi Love è arrivato, ho iniziato a guardarlo e nella prima puntata ho trovato diversi aspetti che mi facevano innervosire, quella comicità apatowiana un po’ forzata che esagera nel macchiettismo, pur lavorando bene sul prendere in giro tratti e difetti molto umani. Ma ci ho visto anche diversi lampi di gran bel potenziale. E sono andato avanti.

Continua a leggere Love – Stagione 1