Archivi tag: Podcast

Verso il nord

Mentre questo post inutile esce sul blog, io dovrei stare girando per i corridoi dello Slagthuset, un posto in quel di Malmö, Svezia, spupazzandomi la Nordic Game Conference 2016. Sono lì per conto di Outcast, chi l’avrebbe mai detto, grazie alla disponibilità di Alex Camilleri e ai soldi di chi ce ne ha dati fra Patreon e altre cose. Ne parlerò e ne scriverò, per l’appunto, su Outcast (e poi eventualmente per gente che volesse decidere di pagarmi per farlo). Dubito quindi che da qui alla fine della settimana ci saranno novità particolari sul blog, già di suo abbastanza comatoso. Però, oh, vai a sapere.

Però sabato sera dovrei andare a vedere i mutanti che si menano, eh!

Annunci

E si riparte

Mentre viene pubblicato in automatico questo post, dovrei essere a Londra che aspetto di salire sull’aereo per San Francisco e probabilmente mi sto riempiendo lo stomaco di qualche porcheria. Almeno credo, ché fra il cambio d’ora con Londra e WordPress che c’ha un fuso orario tutto suo, non ci sto capendo nulla. Si va alla Game Developers Conference, ancora una volta, ogni volta potrebbe essere l’ultima. Questa volta la spedizione è corposa: oltre a me e al solito contingente abruzzese (Fotone & Giacci), ci sono anche Nabacchio e Kenobitto. Ma siamo cinque fancazzari, quindi non è che produrremo particolarmente più del solito. Ad ogni modo, potrete leggerci/guardarci quasi tutti su IGN. “Quasi” perché il Giacci si farà gli affari suoi e Nabacchio scriverà per Everyeye. Ah, chiaramente, al ritorno, con calma, gestiremo tutti assieme un Outcast Reportage.

Tutto questo a patto che non finisca malissimo la canonica gitarella fuori porta del sabato, che questa volta abbiamo organizzato in una maniera che rischia di avere l’antico sapore del passo più lungo della gamba. Ma insomma, vedremo. Fra l’altro, sarà la prima volta da quando è nata l’erede che mi allontano da casa per giorni, oltretutto appena due settimane dopo il ritorno della signora in ufficio e l’ufficializzazione definitiva del mio status da donna di casa che si occupa della poppante. La vivremo tutti malissimo. La mia carta di credito teme fortemente all’idea che io possa finire per compensare la mestizia da lontananza passando in Disney Store e negozi assortiti che trattino roba regalabile a bambini.

Ah, le foto dei pirla in viaggio le metto su Facebook, mentre per quanto riguarda il blog, le pubblicazioni, come sempre, arrancheranno e/o si fermeranno. In realtà, ci sarebbe un post previsto per martedì, ma bisogna vedere se riesco a prepararlo in tempo. E poi chissà, magari mi viene voglia di scrivere cose in trasferta. Suspense. #credici

Rimane poi sempre valida la classica domanda: ma tanto chi te se incula?

The Final Spam

Anni fa, qualcuno (Mensola, credo) mi aveva chiesto nei commenti del blog (quello vecchio) di segnalare da qualche parte i vari articoli che pubblicavo altrove, perché ci teneva a leggerli. Per quello mi misi a compilare gli elenconi a tendina con i link a tutto quello che pubblicavo di qua e di là e mi portai dietro quel fardello per anni. Col passaggio a WordPress, decisi che era ora di basta e la feci finita. Tanto più che mi ero già messo da tempo a pubblicare ogni domenica un post in cui riassumevo tutto quel che avevo pubblicato altrove nel corso della settimana.

E anche quella storia me la sono portata dietro per anni. E anche di quella storia mi sono rotto le palle. Quindi, questa è l’ultima volta che si manifesta qua sopra il post domenicale con linkati i contenuti pubblicati altrove. Tanto, insomma, chi ci tiene sa come trovarli e ci sono là in cima i link ai posti che frequento. Ad ogni modo, questa settimana, su IGN ho enucleato il video sul gioco del mese di febbraio, oltre a traduzioni, fatti e situazioni che non sto qua ad elencare. Su Outcast, invece, abbiamo il The Walking Podcast sulla seconda stagione di Z Nation, il Videopep sulla roba che ho giocato a febbraio, il nuovo Outcast Popcorn e l’Old! sul marzo del 1976. A posto.

Tanto chi te se incula, via.

Lo spam della domenica mattina: Non ce la posso fare

Credo che “Non ce la posso fare” sia il titolo che più uso qua dentro quando non so cosa mettere, ma soprattutto quando non ce la posso fare. Comunque, questa settimana, su IGN, abbiamo la recensione di SUPERHOT e l’anteprima di EA Sports UFC 2. Su Outcast, invece, abbiamo il nuovo Chiacchiere Borderline, il nuovo Outcast Popcorn e l’Old! sul febbraio del 2006.

E sta iniziando il macello pre-GDC. Con la signora che ha finito la maternità. E l’erede che ha fame. Non ce la posso fare.

Lo spam della domenica pomeriggio: Babbi

Questa settimana su IGN ho buttato fuori il Rewind Theater sul trailer della seconda stagione di Daredevil , il nuovo Indiegram, in cui parlo di svariati giuochi giuocati, e un Dite la vostra in cui si chiacchiera di seguiti. Su Outcast abbiamo il nuovo Outcast Popcorn, un podcast speciale sui videogiocatori babbi (a cui in realtà non ho partecipato) e l’Old! sul febbraio del 1996.

Ma abbiamo registrato il nuovo Chiacchiere Borderline.

Bridge of podcast

Ed eccoci all’immancabile appuntamento settimanale con la giornata in cui sono un po’ sommerso di cose da fare, non ce la faccio a mettermi a scrivere di qualche cosa di sensato qua dentro e quindi consiglio l’ascolto di un podcast. Questa volta tocca a The Q & A With Jeff Goldsmith, che ho già segnalato una volta qua ed è interamente basato su interviste a gente di cinema e/o TV, tipicamente realizzate in occasione di proiezioni speciali organizzate dal Goldsmith stesso. Nello specifico, l’altro giorno, stavo ascoltando quello su Il ponte delle spie, con ospite lo sceneggiatore Matt Charman che racconta un sacco di cose interessanti, fra il lavoro di ricerca, il contatto con i parenti di James B. Donovan, l’approccio di Steven Spielberg, il passaggio per le mani dei Coen e via dicendo. Insomma, se vi è piaciuto il film, dategli un ascolto. E se non vi è piaciuto il film, andate via che siete brutti.

A margine, segnalo anche questo episodio del podcast di Bill Simmons, ché veramente stavo ridendo con le lacrime agli occhi. Dal minuto 50 circa, ci sono lui e Michael Rapaport che parlano delle doti da sciupafemmine professionista di Leonardo Di Caprio (che Rapaport a quanto pare conosce bene) e più avanti c’è pure il racconto di quando Michelino è stato colpito da erezione incontrollabile mentre girava la scena di ballo con Uma Thurman per Beautiful Girls. Le lacrime.

Lo spam della domenica mattina: Polacchitudine postale

Questa settimana, su IGN, sono apparso in video mostrando un pacco inquietante arrivato dalla Polonia e chiacchierando del nulla a tema Microsoft. Su Outcast, abbiamo il nuovo Popcorn, il Librodrome su un paio di libri da vecchi e l’Old! sul febbraio del 1986 (a proposito di vecchiaia).

Questa settimana registriamo dei nuovi podcast. Credo.

Indianacast

OK, questo è uno di quei giorni della settimana in cui consiglio un podcast perché c’ho da fare e non sono in grado di scrivere qualcosa di decente. È il turno di Scriptnotes, il podcast di cui ho già parlato altre volte qua dentro, curato da John August, lo sceneggiatore di cui ho già parlato altre volte qua dentro. Nello specifico, segnalo l’episodio dedicato a I predatori dell’arca perduta, nel quale John e Craig Mazin ne analizzano la sceneggiatura sottolineando i mille motivi per cui si tratta di uno script pazzesco e fenomenale anche a trent’anni abbondantissimi di distanza. Un’ora e un quarto scarsi di spunti sfiziosi e osservazioni intriganti da parte di gente che le sceneggiature hollywoodiane le scrive per mestiere. Insomma, consigliato, chiaramente sempre a patto di essere in grado d’ascoltare un podcast tutto chiacchierato in inglese.

Io l’ho ascoltato l’altra sera mentre davo a mia figlia il cicchetto della buonanotte. Contavo di ascoltarne solo l’inizio, ma era una di quelle sere in cui la bimba si è addormentata con calma, diciamo, quindi l’ho ascoltato tutto mentre passeggiavamo per il salotto facendo scricchiolare il parquet. Si è addormentata a dieci minuti dalla fine, mi sono addormentato a dieci secondi dalla fine. Bene così.

Lo spam della domenica pomeriggio: Awardz, con calma

Questa settimana, su IGN, abbiamo finalmente uscito gli specialoni con i premi alla meglio TV e al meglio cinema del 2015, selezionati del tutto a caso da me, checco e Nabacchio. Ma abbiamo anche la mia anteprima di Shardlight e il video sul gioco del mese, che dovrebbe manifestarsi oggi. Su Outcast, invece, abbiamo il nuovo Outcast Magazine, il nuovo Outcast Popcorn, l’eXistenZ su Word 1-1 e l’Old! sul gennaio del 2006.

Intanto, nel giro di poche ore, sono saltati fuori due possibili nuovi podcast speciali da enucleare per Outcast senza che io debba fare nulla o quasi. Ah, quanto mi piacciono le cose che nascono senza sbattimento!

Rogue Podcast

Ultimamente sto recuperando un po’ di arretrati di podcast che avevo accumulato sul telefono nelle scorse settimane e l’altro giorno mi sono ascoltato lo speciale di Empire su Mission: Impossible – Rogue Nation, in cui Christopher McQuarrie (regista e sceneggiatore) va avanti per due ore e mezza a parlare di come si scrive, si dirige e si produce un film da centinaia di migliaia di dollari, possibilmente evitando di farlo costare miliardi di dollari. È pieno di spunti, informazioni e curiosità molto interessanti, chiaramente imperdibile per chi ha amato il film, ma penso parecchio gustoso per chiunque ami il cinema. E quindi lo segnalo. Si può ascoltare e/o scaricare dal player qua sotto e lo si può anche recuperare tramite iTunes e altri aggregatori di podcast.

Chiaramente, è richiesta una comprensione dignitosa dell’inglese parlato.