Archivi tag: Kaitlyn Dever

La rivincita delle sfigate

Booksmart, giustamente o meno, è stato identificato come una specie di Superbad al femminile. E in effetti, in una certa misura, ci può stare: in fondo, anche qui si parla di ingresso nell’età adulta con un taglio da commedia caciarona adolescenziale; anche qui le risate, seppur stupidine e sbracate, nascondono temi più sofisticati di quanto magari si possa pensare; anche qui il tutto è immerso in un tono malinconico, perfino delicato e toccante, a cui è difficile non voler bene. Inoltre, una delle due protagoniste è Beanie Feldstein, sorella del Jonah Hill di Superbad. Bonus: entrambi i film sono vittime delle fantasiose titolazioni italiane, anche se con La rivincita delle sfigate, tutto sommato, è andata meglio che con Tre menti sopra al pelo. Ma ci pensate? Tre menti sopra al pelo. Ci vuole del talento. Tra l’altro, magari non ve lo ricordate, all’epoca, Tre menti sopra al pelo vinse al filo di lana su Maiali dietro ai banchi. Eh.

Continua a leggere La rivincita delle sfigate

Detroit

Cinque giorni di macello, scatenatosi a seguito di un raid della polizia in un bar privo di licenza e della successiva reazione da parte dei passanti. Cinque giorni col senno di poi inseriti nel delirio di rivolte che caratterizzarono l’estate del 1967 statunitense. Cinque giorni in cui la violenza prese possesso di Detroit e generò quarantatré morti, oltre mille feriti, settemila arresti duemila edifici fatti a pezzi. Un momento di storia recente forse difficile da comprendere appieno per chi vive a un oceano di distanza, un vero e proprio scenario di guerra civile nato dal conflitto razziale, che come tale viene per ampi tratti affrontato da Kathryn Bigelow, dalla sua regia che insegue polizia ed esercito fra le vie con lo stesso piglio con cui si mostrano i soldati sparsi fra i vicoli delle città colpite dai bombardamenti. Detroit parte innanzitutto da questo, raccontando in maniera brutale, straziante e torcibudella come la faccenda sia esplosa, mostrando le scintille che hanno acceso le fiamme, gli errori commessi da tutte le parti e la benzina gettata sul fuoco in maniere più o meno responsabili.

Continua a leggere Detroit

Justified – Stagione 6

Come fai a realizzare la sesta stagione di Justified, una fra le serie più belle degli ultimi anni, arrivando dopo quattro annate più o meno della madonna e una quinta che al contrario era di uno sgonfio allucinante? Come fai a chiudere tutto nella maniera migliore, tirando fuori tredici episodi che risolvano ogni faccenda come si deve, trattino nella maniera giusta i personaggi che contano davvero, si prendano il lusso di salutare chiunque vada salutato, mettere tutto quel che va messo, non rinunciare a nulla, tirar di gomito, strizzare l’occhio, divertire, caricare la tensione, far salire la commozione e, insomma, salutare come si deve l’uomo col cappello?

Continua a leggere Justified – Stagione 6