Archivi tag: Diego Luna

Rogue One: A Star Wars Story

outcast-cover-blank-copy

Quest’immagine che ho messo qua sopra* fa un po’ schifo ma ci sta bene, perché riassume quel che Rogue One doveva essere, ci avevano promesso che sarebbe stato e tutto sommato è, seppur nei limiti di quel che si può fare con il film di Guerre Stellari gestito dal comitatone Disney. È un film cupo e con protagonisti dalla moralità sfumata, nei limiti di cui sopra ma comunque tale, soprattutto per quelli che sono gli standard della serie. È il primo Star Wars che racconta e mette effettivamente in scena una “war”, proponendosi quindi come film di guerra, anche piuttosto tradizionale nelle sue svolte e nei suoi cliché, seppur sempre all’interno di quei limiti sul piano della violenza, dei temi, dell’approccio. È il primo Star Wars che dà l’idea di stare raccontando una vicenda di guerra in cui la posta in palio è qualcosa di enorme, di ben più grosso rispetto alle vite dei personaggi, senza avere fra le palle le solite fregnacce della famiglia Skywalker. Ed è un film di Gareth Edwards, che esprime chiaramente il suo stile, la sua capacità folle di imprimere su schermo il senso di scala, di ometti piccoli di fronte all’immenso, ma anche il suo dono per la composizione di immagini stupende, quasi pittoriche, seppur sempre all’interno dei limiti bla bla bla. Insomma, è effettivamente lo spin-off che si distacca in una certa misura dai canoni della serie, anche se ovviamente non lo fa fino in fondo e in tanti aspetti rimane costretto e inquadrato. Un po’ come i film dei Marvel Studios ma un po’ di meno costretto e inquadrato rispetto ai film dei Marvel Studios.

Continua a leggere Rogue One: A Star Wars Story

Annunci

Blood Father

Mel Gibson è sempre stato un grandissimo, uno con una faccia meravigliosa, un fascino magnetico, una capacità di bucare lo schermo e una forza attoriale magari un po’ monodimensionale, ma sopra a praticamente chiunque altro nella sua specialità. Che è quella degli occhi da squilibrato. A un certo punto, dopo aver recitato per quasi vent’anni in fior di bombe, film dal successo clamoroso, svariati ruoli a dir poco iconici, si stava trasformando in Mel Gibson di mezz’età e, se possibile, era forse ancora più fico. Voglio dire, quanto è meraviglioso il Mel Gibson di Payback? E quanto era adorabile in Signs (film che a me piace, ve lo dico a scanso di equivoci)? Poi, certo, in quegli anni ci ha anche regalato What Women Want, ma insomma, guardiamo il bicchiere mezzo pieno.

Continua a leggere Blood Father

Gli episodi pilota Amazon di agosto 2015

Oggi si sono manifestati su Amazon Instant Video due nuovi episodi pilota: Sneaky Pete e Casanova. Il meccanismo è sempre il solito: gli utenti del servizio di streaming possono guardarsi quel che c’è e poi andare a votare, sentenziando il loro apprezzamento, dopodiché la dirigenza di Amazon deciderà, in teoria anche sulla base del parere espresso dalla gente, se mettere in produzione le varie serie o no (ho spiegato la cosa in maniera più approfondita a questo indirizzo quando sono usciti un po’ di episodi pilota tutti assieme a gennaio). Comunque, me li sono guardati entrambi e qua sotto c’è quel che ne penso, secondo lo stesso schemino che ho usato le altre volte.

Continua a leggere Gli episodi pilota Amazon di agosto 2015