Archivi tag: Ike Barinholtz

Suicide Squad

Tanto tempo fa, in una galassia lontana lontana, hanno provato a raccontarci la favoletta della DC/Warner Bros. che si proponeva con una visione opposta rispetto a quella dei Marvel Studios e tentava di regalarci anch’essa un universo cinematografico di film tutti collegati fra loro e pieni di cretini in costume, ma buttandola sulla depressione, sul tono cupo, sul lasciare ad ogni singolo regista, e quindi ad ogni singolo film, la possibilità di esprimere liberamente la propria personalità e sul fatto che noi c’abbiamo i cattivi fichi, altro che quegli sfiatati della concorrenza, Fuck Marvel, yo! Certo, se la personalità è quella di Zack Snyder, si parte bene ma non benissimo, però, insomma, era bello crederci. Fra l’altro a me L’uomo d’acciaio neanche è dispiaciuto, ma qui posso difendermi dicendo che non l’ho mai rivisto. Peccato che il master plan sia in realtà partito dopo L’uomo d’acciaio e già nel secondo film ci siamo ritrovati con pasticci da comitatone infilati a calci in culo per mettere assieme l’universo in fretta e furia, un cattivo (anzi, due) impresentabile(i) e le battutine d’avanspettacolo che facevano capolino sul finale. E il terzo lo potremmo sottotitolare “Calata di braghe”.

Continua a leggere Suicide Squad

Annunci

Le sorelle perfette

Negli USA, Le sorelle perfette (adattamento fantasioso dell’originale Sisters) è uscito a Natale, nello stesso giorno di Star Wars: Il risveglio della forza, con una mossa coraggiosa affrontata di petto anche in campagna pubblicitaria, appoggiandosi su trovate deliziose come l’hashtag #YouCanSeeThemBoth e la parodia di dietro le quinte che piazzo qua sotto. Qua in Italia invece ci arriva ad agosto, assieme a tutti gli horror migliori degli ultimi due anni e a quel paio di blockbuster che la distribuzione italiana si è sentita di non rinviare ai mesi autunnali (quando non addirittura a gennaio, come per il gigante di Steven Spielberg). Per carità, è una mossa che ci può stare, considerando che Amy Poehler e Tina Fey non hanno dalle nostre parti neanche un decimo della popolarità di cui godono in patria, ma insomma, queste cose mi mettono sempre addosso un po’ di tristezza. Che ci devo fare, mi spiace. Comunque, il dietro le quinte.

Continua a leggere Le sorelle perfette