Archivi tag: Manhunter

La settimana a fumetti di giopep – 28/10/2007

52 #1/7 **
E questo sarebbe il super evento (l’ennesimo) dopo il quale l’universo DC non sarà più lo stesso? Questa robetta sarebbe quello che quattro menti del calibro di Geoff Johns, Grant Morrison, Greg Rucka e Mark Waid, unite, riescono a tirare fuori? Sinceramente sono perplesso, anche se indubbiamente leggere in fondo a ogni albo “Storia dell’UDC” mi fa molto ridere.

Batman #1/2 ***
Catwoman #1 ***
Lanterna Verde #1 ***
Ottimo storie che riprendono, bene, da dove ci si era interrotti, introducono elementi interessanti e portano avanti delle serie che ottime erano e ottime, per fortuna, sono rimaste. Allora la DC non sta andando completamente a puttane!

Flash – Un anno dopo *
Madonna che porcheria. Ero preparato a una roba mediocre, ma qui siamo ben oltre la spazzatura, siamo là dove nessuno schifo è mai arrivato prima. Meno male che ‘sto nuovo Flash ha chiuso in fretta.

Freccia Verde #1 **
Manhunter #1 *
Serie in decadenza? Manhunter, che nelle storie pre-Crisi era davvero intrigante, sta diventando quasi illeggibile. Decisamente meglio Freccia Verde, anche se comunque mi sembra manchi un po’ di mordente. Oliver Queen sindaco, comunque, non è una brutta idea: vediamo come si evolve.

Giovani Titani #1 *
Outsiders #1 **
Gente che mena, si mena, viene menata e fra un cazzotto e l’altro si lascia un po’ andare alla prosopopea. Se non cambia qualcosa in fretta, queste son le prime serie DC a cui rinuncio.

Supergirl e La Legione dei Super-Eroi #1 **
Ecco, questa serie invece mi lascia perplesso. Ha un’atmosfera strana, quasi da delirio ragionato, ma non riesco a capire se è realizzata bene o se è un tentativo clamorosamente fallito. A Mark Waid mi sento di dare fiducia, andiamo avanti per un po’.

Superman – Un anno dopo ***
Un bel volumozzo, non convincente come quello dedicato a Batman, ma comunque capace di riportare in scena Superman in maniera solida e intrigante. L’unica vera pecca sta forse nel fatto che – come del resto si è visto accadere molto spesso in casa Marvel negli anni scorsi – sembra quasi che il motore unico della storia stia nel voler rendere la continuity dell’azzurrone la più vicina possibile a quanto visto in Superman Returns. Luthor torna ad essere un criminalucolo ossessionato, ci sono i cristalletti che fanno emergere la terra da sotto Metropolis e così via. A ‘sto punto mettiamoci pure il figlio, che tutto sommato è l’idea forse più interessante del film.