Archivi tag: Makoto Shinkai

Oltre le nuvole, il luogo promessoci

Tre mesi fa, dopo aver incassato come un bastardo in giro per il pianeta e aver strappato a La città incantata il titolo di maggior successo a livello mondiale per il cinema d’animazione giapponese, Your Name si è manifestato nelle sale italiane per il solito “evento” da tre giorni ed è andato talmente bene da meritarsi due repliche nelle settimane successive. Non c’è quindi molto da stupirsi per la decisione di portare nelle sale Oltre le nuvole, il luogo promessoci, lungometraggio d’esordio di Makoto Shinkai risalente a tredici anni fa e accostabile come temi e scelte narrative al suo ultimo, clamoroso successo. Ovviamente, anche in questo caso, si tratta di un evento speciale da due giorni, oggi e domani. Merita? Merita, anche se c’è un po’ il rischio che correndo in sala sull’onda dell’entusiasmo per Your Name si rimanga perplessi, vuoi per gli anni che il film si porta dietro e dimostra ampiamente, vuoi per le differenze abbastanza significative in termini stilistici e di ritmo, qua decisamente più compassato e riflessivo. È un film dello stesso regista, si vede lontano un miglio, ma – nel bene e nel male – è il primo film dello stesso regista, e si vede anche questo.

Continua a leggere Oltre le nuvole, il luogo promessoci

Annunci

Your Name

outcast-cover-blank-copy

Your Name si apre in maniera straniante, con una pioggia di meteoriti, una ragazzina sognatrice della provincia giapponese che vorrebbe scoprire Tokyo, un giovane studente di belle speranze che nella capitale ci vive, dei titoli di testa modello sigla di serie TV scanzonata, un taglio da commediola stupidina e assurda. Lo spunto di partenza rielabora quello classico da Freaky Friday (Tutto accadde un venerdì e/o Quel pazzo venerdì), con i due personaggi che non si conoscono e non si sono mai visti ma per qualche motivo si scambiano di personalità, ritrovandosi l’uno nel corpo dell’altro. Questa cosa viene raccontata adottando il solito taglio da commedia adolescenziale giapponese, buffa, romantica e un po’ malinconica, appoggiandosi però su un lavoro di montaggio e scrittura fenomenale, che accompagna con gusto e splendida ricerca estetica lungo le folli giornate dei due. Poi, però, le cose cambiano.

Continua a leggere Your Name