Archivi tag: Derek Luke

Friday Night Lights

Friday Night Lights (USA, 2004)
di Peter Berg
con Billy Bob Thornton, Lucas Black, Garrett Hedlund, Derek Luke

Ma che bella, bella cosetta, questo film. Che parla di provincia americana, delle difficoltà di vivere e crescere in luoghi dispersi nello spazio e nel tempo, in cui ci si muove all’interno di confini tanto stretti da far male, e dai quali fuggire diventa più che un desiderio, quasi una questione di vita o di morte.

La difficile vita di giovani uomini, costretti a sentirsi ben più adulti di quanto non siano, sottoposti a pressioni che in un mondo ideale non li riguarderebbero ancora per tanti anni. Nelle vite dei campioncini di Odessa c’è il difficile rapporto con genitori che li pretendono all’altezza dei loro ideali e del loro passato, c’è il desiderio di non deludere le terrificanti aspettative, c’è la voglia di riuscire in qualcosa di forte, grande, importantissimo, che c’è ora e per molti di loro non ci sarà poi più, che segna a fuoco un momento importante e irripetibile della loro vita.

C’è tanta emozione, forte, intensa, straziante, sottolineata da ottime interpretazioni – grandissimo come al solito coach Billy Bob Thornton – e accompagnata dalle inconfondibili e azzeccatissime musiche degli Explosions in the Sky. Ci sono immagini splendide, passioni travolgenti e sogni infranti, la tenerezza di ragazzi travolti dalla vita e che di fronte alla crisi esplodono mostrando tutta la loro bella fragilità. C’è un bel film, fatto di persone, emozioni, sentimenti, che parla di sport nel modo migliore è più vero in cui sia possibile farlo.

Anche perché poi, il bello di Friday Night Lights è che funziona mortalmente bene pure al livello più terra-terra di film sportivo. Anzi, proprio per la bontà di quanto sta sotto, per la bravura nel tratteggiare le persone e le loro storie, il trasporto e la passione nei confronti del risultato sportivo diventano ancor più micidiali del solito. E quel finalaccio amaro e malinconico, mamma mia, la lacrima te la strappa davvero. Bello, bello, bello. E voglio vedermi pure il telefilm!