Archivi categoria: Internet

Buon non compleanno!


Il compleanno di questo blog cade il 16 dicembre, ma io lo festeggio adesso con un bel restyling. Nulla di clamoroso, per carità, a conti fatti da un punto di vista estetico ho solo cambiato il colore del template, ma ci sono tante piccole differenze, sostanzialmente derivanti dal fatto di essere finalmente passato a Blogger Beta. Ci ho messo un po’, perché la parola “beta” mi intimoriva, ma alla fine ho deciso di fare il grande salto. Non è stato facile, perché le tante modifiche che avevo fatto alla struttura del blog ho dovuto infilarle in qualche modo nella nuova interfaccia, ma alla fine ce l’ho fatta.

La novità principale è il sistema di categorie per i post. Finalmente blogger ce le ha e funzionano decentemente, anche se per fargli gestire una mole di post come quella del mio blog ho dovuto abbandonare l’interfaccia classica e spostarmi completamente sul nuovo blogger, con tutti i problemi del caso per adattare le varie “hackerate” al codice html. Abbandono quindi del.icio.us e non aggiornerò più quell’elenco (anzi, se trovo il modo di farlo lo elimino proprio). Un consiglio, comunque: se volete cercare un post o un argomento in particolare appartenente a categorie “abbondanti” tipo Recensioni o Cinema, usate il motore di ricerca che sta qua sopra. Lì nell’angolino a sinistra, dove c’è scritto “Cerca nel blog”. Funziona e si fa decisamente prima, ve l’assicuro.

Già che c’ero – ma se siete arrivati a leggere fino a qui probabilmente ve ne sarete accorti – ho cambiato il sistema di gestione dei post “ridotti” in homepage. Adesso, cliccando su “Leggi tutto l’articolo” non si apre una pagina a parte, ma si “allarga” il post, visualizzandolo per intero. E appare pure il link “Visualizza solo l’introduzione”. Figo, no? Comunque, se per qualche motivo volete lo stesso il link al post, basta cliccare sull’orario di pubblicazione o sul titolo del post.

Le altre modifiche non sono visibili per i lettori del blog, ma sono ottime per me che lo pubblico. La nuova interfaccia è estremamente comoda e pratica sotto parecchi punti di vista e nel complesso mi sento di dire a chiunque sia ancora indeciso che il gioco vale la candela. Anche se indubbiamente, nel caso di blog grossi e con parecchi interventi sull’html come il mio, il transito è tutt’altro che veloce e semplice. E infatti non è ancora completo: la maggior parte dei post vecchi devono ancora essere corretti per quanto riguarda la “riduzione” del testo e contengono i riferimenti a entrambe le divisioni per categorie. Ma non c’è fretta.

Make You Happy Tonight

http://video.google.com/googleplayer.swf?videoUrl=http%3A%2F%2Fvp.video.google.com%2Fvideodownload%3Fversion%3D0%26secureurl%3DlAAAANi2KMARzGgBgaOY2ZBlLixt11aLUqB7DcJiCaXvSXTitmCKJhCHOkoA–uxFMmlJkzMDnXsjsLeV8tEXGW6iNsKbNNx-XVxOVJK1qzLBCR_Ag4rFzGDe1XCWa7toz3T1OjapVqmT3dFW9n3jXDXg_kL45utqoCrgVU-QBk7RWR8lgz4cjATmIPmxDom60lgOZR9bmKXBwxrO8nzhOV3b6A%26sigh%3D7r6uywoVxwz2UUzDeoD9LbO6Frc%26begin%3D0%26len%3D232880%26docid%3D1329362959167995041&thumbnailUrl=http%3A%2F%2Fvideo.google.com%2FThumbnailServer%3Fcontentid%3D74c7bd18530bbdb5%26second%3D5%26itag%3Dw320%26urlcreated%3D1138459865%26sigh%3DCGJvjLkMdjfQw3L77jQ2bbGMJiY&playerId=1329362959167995041&playerMode=embedded

Guardatevi questo filmato, è una roba meravigliosa.
Parte che sembra “quasi” una normale canzone d’amore, anche se le facce dei tre tizi fanno subodorare del marcio, ma poi diventa divertentissimo.
Peraltro viene da chiedersi quanto sia diventato ormai parte dell’immaginario collettivo il videogioco, se dei comici, a teatro, impostano tutto un numero su una conoscenza neanche troppo superficiale dei meccanismi che lo regolano. Insomma, io non so che tipo di pubblico abbia questo trio, ma la sala mi sembra bella piena e la gente si sganassa dal ridere. Prima dell’avvento di Sony nel settore una cosa del genere sarebbe stata possibile? O questi sarebbero stati solo dei nerd coglionazzi buoni giusto per qualche sito da appassionatissimi?

A margine, mi preme sottolineare quanto sia solo ottimo Google Video, che come tutte le beta di Google è solo e unicamente una meraviglia. Questo fatto che ti danno il codice da mettere sul sito, poi, è fantastico.

Cazzo, l’inverno


Eh, fa freddo, e ti si gelano le estremità quando sei allo stadio a vederti la partita, però è troppo bello il bianco totale, gli alberi ricoperti, le macchine scomparse. Tornare dal cinema a passo d’uomo, farti la tangenziale sfruttando il passaggio sotto i ponti per capire se stai tenendo la corsia o se la neve non ti fa capire un cazzo e stai tagliando la strada a tutti.

Poi scendi dalla macchina, ovviamente parcheggiata affanculo perché non c’è posto, e ti metti a tirare le palle di neve e a scivolare sul ghiacciato. E anche un po’ a rimpiangere di non avere dietro la macchina fotografica. Vabbé, ho fatto la foto dal davanzale della finestra, e fra l’altro avrebbe fatto cacare pure facendola da sotto, che ‘sta macchinetta è un cesso e col riverbero viene una merda per forza.
Pace.

Oh, Match Point è davvero bello, poi farò un post, ma ci tenevo a sottolinearlo subito. Già che ci siamo, sottolineo anche che ho aggiunto il blog di quel disperato del Toso fra i link consigliati e che il contatore di Bravenet che trovate qua a destra da adesso segna gli accessi effettivi e non più un numero a caso, che sennò la gente mi si spaventava a vedere roba a sei cifre.

Buonanotte a tutti.

Aggiornablog


Come quei quattro disperati che mi seguono costantemente avranno notato, negli ultimi giorni, in parallelo col fancazzismo dilagante che mi ha colto, si è un po’ rarefatta la quantità di post. Meno stimoli esterni, meno cazzate di cui parlare… del resto non è sempre tempo di abbondanza. Ad ogni modo, ne approfitto per archiviare quello che credo sia l’ultimo gruppetto di recensioni ripescate dal passato di usenet. In particolare, ho recuperato Ogni maledetta domenica, Blair Witch 2, Pitch Black, Cast Away, Blade II, L’acchiappasogni, Matrix Reloaded e l’infastiditissimo sproloquio su Terminator 3.

Ah, ho anche fatto un paio di piccole modifiche alla colonnina laterale, eliminando il counter di Shinystat e inserendo la referrer list di Heracleum.

Zuzzurellando


Ho fatto qualche piccola modifica al blog.
Intanto, ho dovuto togliere il flipbook, per il semplice fatto che si era rotto: boh, forse problemi di troppo traffico, non saprei, sta di fatto che non mi visualizzava più le foto, causa “hotlink bannato per questo dominio” o qualcosa del genere. Sopravviverò.
Ah, magari qualcuno ha notato che ho inserito i menu per l’accesso all’archivio qui a destra. Mi sembrano più pratici e occupano decisamente meno spazio.

Mentre vagavo cliccando su link consigliati dall’amico dell’amico, mi sono imbattuto nel simpatico blog del fumettista Diego Cajelli, che ho subito aggiunto ai link consigliati, assieme al Retroforum su cui di recente è scoppiata una discussione sul presunto monopolio del mercato da parte di Future Games. Il forum è legato a Retrogaming.it, sito forse non esaltante dal punto di vista grafico, ma degno comunque di nota per l’evidente passione con cui trattano i videogiochi (non necessariamente del passato). Tornando un attimo al blog di Cajelli, da lì ho avuto accesso a bravenet.com, un sito probabilmente anche famoso, ma su cui non ero mai capitato, e che mi sembra interessante per i numerosi servizi gratuiti. In particolare mi sono subito appropriato del contatore di accessi, forse più brutto rispetto a quello che già avevo, ma più interessante per le statistiche di cui tiene conto. Fra l’altro l’ho impostato per mostrare qui sul blog un contatore con un numero a caso, che è sempre una cosa simpatica. Per il momento lo “affianco” a quello di Shinystat. Infine, da un giretto sul blog di Apecar ho scoperto Sloganizer, che ho subito schiaffato anche qua dentro, in fondo alla pagina. Non si nota molto, ma va bene così. Ah, fra l’altro, sempre vagando a caso, sono finito su blogshow e, già che c’ero, mi son registrato. Non so se serva a qualcosa, ma non mi costava nulla farlo.

Infine, segnalo a voi fedeli frequentatori che ho recuperato per l’archivio i report sui festival di Cannes, Locarno e Venezia. Per i festival precedenti al 2005 ho racchiuso in un unico post i report in origine divisi giorno per giorno, mentre il resoconto sull’ultima Venezia l’ho lasciato nella sua forma originale.
Questo l’elenco completo:
Venezia 1999
Cannes 2000
Venezia 2000
Venezia 2001
Cannes 2002
Locarno 2002
Venezia/Locarno 2003
Cannes 2004
Cannes 2005
Locarno/Venezia 2005: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, voti

Noto che i primi due report erano abbastanza telegrafici, mentre da Venezia 2000 ho cominciato a farmi prendere dalla logorrea. Fra l’altro, pur non avendo mai mancato di frequentare le rassegne da oltre dieci anni a questa parte, da quando ho iniziato a commentarle su Usenet non ho trovato la voglia di scrivere solo due report di Cannes e altrettanti di Venezia. In realtà temevo peggio.

Ah, con tutto questo la foto di Natasha Henstridge non c’entra nulla, ma è sempre un bel vedere.

Qualche link


Condividiamo un paio di siti su cui sono capitato negli ultimi giorni.

Ape Collection
Sorvoliamo su quanto farà sorridere i vittari il nome del sito, comunque si tratta di un negozio online che vende action figure, statuette, gashapon e simili. Ho raccolto il biglietto da visita alla fiera di Lucca e ci sono andato per la prima volta oggi. Non so se siano affidabili, quindi non mi assumo responsabilità. I prezzi mi sembrano comunque accettabili.

Emerald City
Locus Online
Strange Horizons
Tre riviste online dedicate a fantasy e fantascienza.
Emerald City si occupa di letteratura, ma contiene anche articoli su cinema, tv, fumetti e compagnia bella. Può essere letta sul sito o scaricata, sotto forma di pdf o file word, in diversi formati. Locus Online sconfina anche nell’horror, ma si limita alla letteratura scritta. Ne esiste anche una versione cartacea, ma sono comunque due realtà abbastanza indipendenti. Strange Horizons, infine, è una raccolta di racconti, poesie, articoli, disegni e altro, ovviamente tutto strettamente legato ai reami della fantasia.

Fasco-CS
Una serie di avventure grafiche realizzate in Flash e Shockwave, molto d’atmosfera e molto piacevoli (e difficili). Conoscevo già la Crimson Room, la Viridian Room e la Blue Chamber ma ho appena scoperto la nuovissima White Chamber.

Il sito ufficiale di Andrew Vachss
Non credo ci sia molto da spiegare.

In coda, sottolineo che ho aggiunto in archivio le recensioni di 28 giorni dopo, La maschera di cera, Garden State e Boogeyman, oltre alla panoramica sui film di Batman.