Il resto dell’ottobre a fumetti di giopep

A fine ottobre sono andato a trascorrere una piacevole settimana in quel di Milano City per celebrare il primo compleanno dell’erede. Da quando vivo all’estero, i passaggi a Milano coincidono coi passaggi in fumetteria, per il recupero di quelle poche cose che ancora mi faccio tenere da parte in casella e che sono, sostanzialmente, qualche fumetto Bonelli e qualche manga. Sempre meno, fra l’altro, perché di alcune serie, prima o poi, finisco per rompermi le palle e anche perché altre serie, per fortuna, finiscono. Poi, certo, andando a recuperarle, quando va bene, ogni sei mesi, tendo comunque a tornare a casa coi sacchetti pieni, ma insomma, che ci dobbiamo fare.

Ovviamente, come al solito, la materia cerebrale ridotta ai minimi termini mi sta già mettendo in difficoltà sul ricordarmi cosa cacchio sia ‘sta roba. Facciamo il possibile.

Manga
Mix #7 ****
È veramente strano leggere una serie di Mitsuru Adachi in questa maniera, un volume ogni sei mesi o giù di lì, ma insomma, ormai mi ci sono abituato e non mi pesa neanche più di tanto. Più che altro, si sta entrando nel vivo della competizione sportiva e, ecco, lo spezzettamento non giova. Comunque è la solita roba, magari non ai suoi livelli massimi, ma comunque gradevolissima e troppo nelle mie corde perché io possa farne a meno.

All Rounder Meguru #17 *****
Ecco, a proposito di competizioni sportive spezzate da pause di mesi, qua onestamente mi rompe un po’ di più le palle e, devo ammetterlo, mi ha un po’ smorzato l’impeto nei confronti di una serie che comunque continuo a ritenere eccellente, come bene o male tutto quel che ho letto di Hiroki Endo. Ed è fra l’altro piacevole vedere questo suo lato un po’ più solare e meno deprimente.

Billy Bat #13 ****
Qua, invece, le pause di mesi fra un volume e l’altro fanno proprio male e a tratti mi sembra di non stare capendoci più nulla, per poi riprendermi all’improvviso. Mi sa che questo me lo rileggo in botta, quando finisce.

Bonelli
Orfani: Nuovo mondo #8/12 ***
Orfani: Juric #1 ****
Devo ammettere che Nuovo Mondo è andato molto vicino allo sfondare il punto di non ritorno, per quanto mi riguarda. Non che sia necessariamente meno riuscito di quel che è venuto prima, in fondo siamo sempre lì: ambientazione e storia, in linea di massima, interessanti e gradevoli ma scrittura in doppiaggese che fatico tantissimo a farmi andare giù. Proprio quando ero lì lì per lasciar perdere, però, il primo numero di Juric mi ha fatto cambiare idea, intrigandomi non poco con quel che racconta e, tutto sommato, per come lo racconta. Boh?

Lilith #16 ****
Ho capito male o siamo quasi alla fine? Bene, anche perché ho l’impressione che, pur nel contesto di una serie sempre molto gradevole, ho l’impressione che la conclusione stia arrivando qualche numero troppo tardi.

Dragonero #36/41 ****
Dragonero Speciale #3 ****
Dragonero è un buon esempio di come dare una personalità tutto sommato azzeccata e forte a una serie che altrimenti rischierebbe di essere trita e ritrita. Poi, certo, inevitabilmente ci sono passaggi a vuoto, ma per il momento continuo a trovarla estremamente gradevole, sia nel buon lavoro di costruzione del mondo narrativo, sia in diversi singoli episodi.

Le storie #44/45-47/49 ****
Qua voglio essere ancora più generico che in quanto scritto fino adesso: come al solito e come forse è inevitabile, serie che continua ad essere molto altalenante ma quasi sempre molto intrigante nei temi che affronta.

UT #3/4 ****
Roi sta male nel cervello.

Roba Marvel dal profondo
Osborn **
Merda. Generata da uno spunto se vogliamo anche interessante, cionondimeno merda.

Iron Man: The Rapture ***
Sostanzialmente un What If? che, come molte storie di questo tipo, parte molto bene e poi degenera.

She-Hulks ***
Anche qua i temi ci sarebbero, ma è tutto trattato in maniera molto impacciata. Inoltre, il primo numero è disegnato da Ed McGuinness, che io apprezzo sempre, ma poi cede il posto a mediocrità assortita.

Secret Warriors #23/28 ***/****
Una serie che era partita molto bene ma che si chiude in maniera frettolosa, nonostante comunque il livello non crolli proprio miseramente. Strano, eh, non succede mai.

New Avengers #7/13 *****
Un Bendis in formissima trasforma le storie di questa squadra “secondaria” devi Vendicatori in una specie di sit-com surreale, a tratti anche molto drammatica, ma quasi sempre divertentissima e deliziosa. Poi, insomma, disegni sempre di gran livello.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...