Pulizie di primavera 2016

L’anno scorso ho avviato una nuova “roba”, qua nel blog, un appuntamento annuale utile più a me che ai quattro sciamannati che mi seguono, che utilizzo per ripulirmi la bacheca da tutte le bozze create nel corso dell’anno precedente per robe che ho visto/letto/giocato ma di cui non ho mai scritto. Per fortuna non l’ho chiamata Pulizie di Pasqua, ché poi non mi ricordo mai quand’è, Pasqua (tipo due mesi fa). Ad ogni modo, di seguito c’è un elenco di roba consumata l’anno scorso ma della quale non ho scritto sul blog e/o in altri luoghi facilmente linkabili negli elenconi di fine anno.  Con però un paio di postille. La prima è che non ci sono libri o film, dato che per quelli scrivo ormai sempre due righe su Anobii e su Letterboxd, quindi chi ci tiene a leggerle può dirigersi lì. La seconda è che ci sono dei telefilm di cui non ho scritto ma che non finiscono comunque qui perché ho intenzione di scriverne. Sto aspettando l’ispirazione e/o di guardare la tal stagione per fare post unici cumulativi. Credo. Forse. Vai a sapere. Insomma, in pratica qua dentro scrivo solo di videogiochi.


572fbc801c384

Telefilm che ho visto nel 2015, di cui per qualche motivo non m’è capitato di scrivere ma dei quali non scrivo comunque perché prima o poi ne scriverò

The Americans – Stagioni 1 e 2, Mad Men – Stagione 5, C’è sempre il sole a Philadelphia – Stagione 10, Lovesick (Scrotal Recall), Les Revenants (film e telefilm), The Returned, Catastrophe – Stagione 1, Girls – Stagione 4, Orange is the New Black – Stagioni 1/3

The_Talos_Principle

Videogiochi che ho giocato nel 2015 ma dei quali non ho scritto e a conti fatti non ho voglia di scrivere

Outlast & Outlast: Whistleblower [PC]
Mi sono già lanciato in un rant al riguardo in Outcast Magazine, ma la sostanza è che Outlast non mi è piaciuto. Il concetto di far cacare sotto per mezzo dell’impotenza, ovviamente, è buono, ma secondo me qui viene messo in pratica in maniera troppo forzata e sconclusionata. In più l’immaginario horror è di una banalità e una pochezza disarmanti, roba che va bene se la vuoi buttare sul trash, non se stai cercando di spaventarmi. Risultato: atmosfera e coinvolgimento sotto zero e conseguente inevitabile emergere della monotonia di fondo delle meccaniche e ripetitività dello schema di gioco, che mi hanno ucciso ulteriormente il senso di timore. Dopo un’ora di rottura di palle ho scaricato un trainer per attivare l’invulnerabilità e a quel punto ho iniziato a divertirmi un po’ di più, perfino a spaventarmi, al punto che ho completato pure il DLC (del quale fra l’altro non ricordo nulla, se non che forse m’è piaciuto di più). Insomma, non sto attendendo con ansia Outlast 2.

Daddy Long Legs [Android]
Simpatico giochino mobile basato sulla fisica, ma non è proprio roba che fa per me, mi sono annoiato dopo dieci minuti.

Crossy Road [Android]
Da questo, invece, non mi sono staccato per un sacco di tempo e anche quando è finita la fase di droga ho continuato a tirarlo fuori occasionalmente nelle pause merda. Il miglior Frogger degli ultimi trent’anni.

Pac-Man 256 [Android]
Non è il miglior Pac-Man degli ultimi trent’anni perché ce ne sono stati altri, ma questa gente è proprio brava a rielaborare capolavori arcade del passato. Toh, è discutibile che non abbiano pensato di creare due classifiche separate per chi usa i potenziamenti e chi non li usa, ma per il resto è tutto fantastico (anche i potenziamenti, che sono comunque un modo intelligente per aggiungere varietà e profondità).

Hitman GO e Lara Croft GO [Android]
Due rielaborazioni mobile intelligenti, curate, appassionanti e parecchio sfiziose per la maniera in cui riescono a tradurre meccaniche, cliché, ambientazioni e personaggi dei giochi originali in un contesto totalmente diverso e adatto alla piattaforma. Hitman GO è più puzzle game tostissimo e spaccacervella, Lara Croft GO è molto più accomodante e basato su atmosfera e spettacolo. Entrambi sono fra le cose migliori a cui ho giocato l’anno scorso.

Framed [Android]
Il GOTY 2014 di Hideo Kojima è un bel puzzle game intelligente, più vario e articolato di quanto possa sembrare nei primi minuti e con stile da vendere.

Two Dots [Android]
Ottima droga da cesso per un paio di mesi almeno. Poi ho mollato il colpo.

Monument Valley: Ida’s Dream [Android]
Tutto quello che ho scritto qua vale anche per l’espansione. E chi si è lamentato perché l’espansione era pagamento ha tutto il mio disprezzo.

Lifeline [Android]
Praticamente è il gioco non ufficiale di The Martian, e fra l’altro sembra che sia molto meglio di quello ufficiale. Un esperimento di narrazione interattiva delizioso e perfettamente integrato con l’aggeggio che si usa per giocare. I seguiti sono piacevoli pure loro, ma meno riusciti.

Skiing Yeti Mountain [Android]
Il gioco dello sci del Commodore 64 traslato sul telefono con l’impostazione contemporanea da “Non finisce (quasi) mai, ma guarda, hai superato il tuo amico!”. Finché non mi sono spaccato i maroni è stato un’ottima droga da cesso pure lui.

Axiom Verge [PC]
Ero sicuro di averne scritto ma non ricordavo dove, poi mi sono ricordato: su The Games Machine, che non posso mica linkare. Comunque, è il miglior Metroid per NES degli ultimi trent’anni, anche se la gestione dei boss è un po’ sbilanciata.

Prune [Android]
Una di quelle robe deliziose per smartphone/tablet, un puzzle game in cui devi far germogliare le piante, o qualcosa del genere. Molto bello.

Wire Defuser [Android]
Altro giro, altro puzzle game da smartphone/tablet, questa volta è una roba in cui bisogna disinnescare bombe smanacciando con meccanismi di vario tipo. Bellissimo fino a che non diventa frustrantissimo.

Separated [PC]
Questo non ricordo nemmeno cosa sia, però nell’elencone di fine anno gli ho messo quattro asterischi. Boh?

Brickies [Android]
Il miglior Breakout degli ultimi, boh, dieci anni?

Life is strange [PC]
Mi vergogno un po’ ad ammettere di essere ancora fermo alla fine del secondo episodio, nonostante il finale mi fosse piaciuto moltissimo (e molto più di quasi tutto quel che si era visto in generale nei primi due episodi). Ma voglio arrivare in fondo. Ne sono assolutamente o forse.

ZigZag, Forgotten Ball, Skyward [Android]
Puzzle game assortiti più o meno d’azione e più o meno divertenti. Buoni per un paio di sedute sul cesso ma dimenticabili.

Mobs, Inc., The Fifth Apartment, The Bed Was Cold [PC]
OK, mi sono ricordato di Separated: è, come questi tre giochi qua sopra, parte del quarantesimo Emotionshop. Li ho provati per scriverne su TGM. Tutta roba deliziosa, dateci un’occhiata.

Blek [Android]
Roba di muovere le dita sullo schermo e divertirsi fino a che lo stronzo non è uscito. Meno bella di altra.

Grow Home [PC]
Oh, non ci posso fare niente, mi ha gasato molto meno di quanto avrei sperato. Molto bello come esperimento, molto intrigante la gestione dei comandi e delle meccaniche, ma nella sostanza l’ho trovato una discreta palla al cazzo dalla bellissima atmosfera e dal design affascinante.

The Talos Principle [PC]
Il più bel gioco del 2014 che ho giocato nel 2015. Avrei voluto scrivere la recensione per Outcast, ma quando sono arrivato alla fine del gioco ero troppo stremato.

Mass Effect 3 [Xbox 360]
Per qualche motivo sono ancora convinto che prima o poi scriverò da qualche parte qualcosa sulla mia esperienza con l’intera trilogia. Qui mi limito a dire che secondo me è molto bello, anche se meno bello del secondo episodio, e che hanno un po’ scazzato nella gestione di alcuni personaggi secondari, anche se i DLC rimediano un pochino. Ah, la gente che ha rotto i coglioni per il finale è matta e l’Extended Cut fa schifo.

Tiny Thief [Android]
Pseudo avventura grafica/puzzle game all’acqua di rose deliziosa ma di cui mi sono rotto le palle ben prima di arrivare in fondo.

Randal’s Monday [PC]
Avventura grafica abbastanza divertente, anche se convinta di far ridere molto più di quanto ci riesca effettivamente. Non so se la frase che ho appena scritto abbia senso. Comunque, è forse un po’ troppo spinto sulla complessità degli enigmi, ma mi ci sono divertito.

Radiant Defense [Android]
Un bel tower defense da cesso.

Fra l’altro, questo è non solo il secondo, ma anche l’ultimo episodio della rubrica, considerando che ho iniziato a scrivere due righe su ogni roba che gioco su The Backloggery e due righe su ogni telefilm che guardo su Trackt. È stato bello.

Annunci

2 pensieri su “Pulizie di primavera 2016”

  1. “Mass Effect 3 […] secondo me è molto bello, anche se meno bello del secondo episodio […] la gente che ha rotto i coglioni per il finale è matta e l’Extended Cut fa schifo”

    Hai detto tutto tu.
    Ma quanto lo si aspetta Andromeda, da quelle parti?
    (E’ lunga l’attesa…)

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...