The Walking Dead 05X07: "Lo scambio"

The Walking Dead 05X07: “Crossed” (USA, 2014) 
con le mani in pasta di Scott Gimple e Robert Kirkman 
puntata diretta da Bill Gierhart
con Andrew Lincoln, Norman Reedus, Steven Yeun, Lauren Cohan, Michael Cudlitz e un po’ di altra gente

Avere a che fare con gli spettatori che ne sanno non è facile. Voglio dire, provate a mettervi nei panni degli sceneggiatori di The Walking Dead, che ogni anno si devono inventare un bel malloppo di puntate per raccontare di gente disperata, alle prese con un mondo devastato e in cui la morte è sempre dietro l’angolo. E poi pensate che devono raccontare queste cose a gente che conosce il fumetto, quindi sempre pronta a tormentarti coi “Ma quando arriva tizio? Quando fanno quella cosa? Tanto lo so che qua succede questo!”, ma anche a gente che ne ha viste tante e si fa tutto il suo corredo di pipponi mentali su “Ma quello c’ha il nome sui titoli di testa, non può morire. Figurati se ammazzano coso che piace ai fan! Se anche morisse, non sarebbe in questa scena buttata lì.” E, certo, la maggior parte della gente che segue The Walking Dead (la serie di maggior successo del momento, mica bruscolini) non fa parte di questi gruppetti di spaccamaroni, ma quelli che ogni settimana ti spaccano i maroni su Twitter e sui forum, beh, sono loro. Gli spaccamaroni.

Questa cosa mi è venuta in mente pensando al momento zombo di metà puntata, quello con Daryl che si piglia a ceffoni col poliziotto in mezzo agli zombi usciti dall’acido di RoboCop. Ecco, chi, della gente che ne sa, poteva mai pensare che Daryl fosse a rischio? Nessuno, via. Eppure, su, diamone atto a ‘sta povera gente: anche se non ci ho creduto per un attimo, è stata una bella scena, messa assieme come si deve, con la manina che si infilava in bocca, lo “sgnac sgnac” e poi la craniata per interposta persona. Bravi. Pacca sulla spalla. Attorno a quella scena, c’era però la classica puntata pre-finale, che serve più che altro a fare il punto della situazione e a piazzare le varie pedine sul campo in vista dei botti in arrivo sul finale di metà stagione. Va sempre così, ogni anno, men che meno poteva andare diversamente dopo un blocco di puntate che hanno diviso nettamente l’azione fra i vari gruppetti, quindi con la necessità di ricucire tutto quanto e definire la situazione.

Nel farlo, si è finalmente tornato a dare un pochino di spazio ai derelitti Glenn e Maggie, col primo che riprende a fare il capetto wannabe e la seconda che ruba un po’ a Rick la scena del fumetto in cui Abraham viene calmato facendogli osservare una pistola dal lato sbagliato. Nel frattempo, Gabriel si è iscritto al partito dei rincretiniti che si mettono nei guai senza alcun motivo sensato (Lori saluta dalla tomba) e sul fronte Atlanta ci si è preoccupati più che altro di pianificare la battaglia e di mostrare un Rick ormai sempre più lontano dall’eroe pulitino dei vecchi tempi, con addirittura Daryl costretto a fare la parte di quello che lo tiene a bada. Nel mezzo, per l’ennesima volta, Tyreese mette qualcuno nei guai per la sua fissa di fare e voler spingere tutti a fare sempre la cosa moralmente giusta. Magari è la volta che le conseguenze sono tali da farlo sbroccare definitivamente. Vedremo.

Totomorti: fino a ieri avrei detto Carol, ma devo ammettere che il trailer della prossima puntata mi ha fatto venire una mezza idea di puntare su Beth. Ma continuo a pensare che toccherà a una fra loro due, con magari anche qualche personaggio minore a fare da companatico.

5 pensieri riguardo “The Walking Dead 05X07: "Lo scambio"”

  1. Al totomorti vince Carol, ahimé. Troppo interessante per continuare a vivere.

    Questa puntata è stata una delle peggiori per quel che riguarda il tasso di WTF: Sasha che da retta a un tizio solo perché si chiama Bob (ma siamo matti..?), il riempitivo delle Giovani Marmotte, il prete che scappa senza che quelli che dovrebbero essere i “segugi” della serie sentano i colpi del machete contro il legno, quegli altri che stanno immobili ad aspettare che Eugene si ripigli senza neanche uno zombie ad attaccarli… mah.

    Mi piace

  2. La cosa di Sasha in realtà non è solo una questione di “Bob”, è più in generale che vuole provare ad essere positiva e aiutare la gente, seguendo i consigli di un Tyreese che veramente non ne becca una. 😀

    Però in generale sì, c'è un WTF dietro l'altro.

    Mi piace

  3. Leggendo questo pezzo e ascoltandoti/ascoltandovi nel podcast, mi sovviene una domanda. Spesso, per non dire sempre, ho notato che vai a vedere gli sneak peak delle puntate successive, i titoli e gli attori segnalati. Ma non è che così ti rovini un po' il tutto? Considerando che già comunque, avendo letto il fumetto, un bel po' di roba la sai gia' (anche se ci sono dei cambiamenti nella serie TV rispetto al fumetto), questa tua pratica mi sembra piu' masochistica che altro. Poi oh, son punti di vista, ognuno fruisce delle cose come meglio crede, ma a me per esempio, anche solo guardare delle anticipazioni sulle puntate successive e' una cosa che darebbe tanto fastidio.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.