Agents of S.H.I.E.L.D. 02X05: "Una gallina nella tana del lupo"

Agents of S.H.I.E.L.D. 02X05: “A Hen in the Wolf House” (USA, 2014)
creato da Joss Whedon, Jed Whedon, Maurissa Tancharoen
episodio diretto da Holly Dale
con Clark Gregg, Ming-Na Wen, Chloe Bennet, Iain De Caestecker, Adrianne Palicki, Elizabeth Henstridge

OK, ho un po’ barato, l’immagine qua sopra mostra qualcosa che ancora non si è visto, vale a dire il costume “cinetelevisivo” di Mockingbird, Mimo, Bobbi Morse, chiamatela un po’ come vi pare. E ho barato perché in realtà nel telefilm non è ancora stato mostrato e, presumibilmente, lo vedremo la prossima settimana. Ma insomma, hanno diffuso loro le immagini, non è colpa mia, vostro onore. Ad ogni modo, il punto è che la nostra amica Adrianne Palicki è arrivata, con tutto il suo carico di #wouldbang, e ci viene pure proposta come nuova presenza fissa del cast, con tanto di sequenza in cui salta sopra a un aereo invisibile e il vero geek seduto in poltrona non può fare a meno di pensare che sia un metariferimento al telefilm di Wonder Woman con lei protagonista abortito tempo fa. Che ci volete fare, c’ho grossi problemi mentali. Ma insomma, dicevamo, è arrivata.

E così Agents of S.H.I.E.L.D. continua a introdurre nuovi personaggi Marvel (del resto, se davvero vogliono fare Civil War, glie ne servono a badilate) e questa volta ci mette sul piatto qualcuno di un po’ più importante del solito. Un membro dei Vendicatori fumettistici, nientemeno, nonché una che, in linea teorica, dovrebbe finire per sposarsi con qualcuno che attualmente fa parte dei Vendicatori cinematografici. OK, la smetto di nerdare. Però mi concedo ancora di dedicare qualche parola ad Adrianina, nota anche come una fra le poche attrici che davvero c’hanno il fisico per fare le supereroine. E in questo episodio se ne salta fuori, scalcia culi, prende nomi e si infila anche in tackle scivolato in una gag ricorrente, con un finale molto riuscito e che promette bene per lo sviluppo dei personaggi, oltre a buttar lì un accenno che giustifica la fiducia di Coulson nei confronti di Hunter. A proposito, non dimentichiamoci che Triplett deve ancora restituirgli la pistolettata. Si vede che ho cominciato per davvero a divertirmi con questa serie? Beh, è perché è vero! È diventata proprio bella! Che bello! Oddio, sto deragliando, scusate.

Comunque, ottimo episodio, con un bello sviluppo degli eventi e una nuova supereroina che prende tutti a bastonate in faccia e va ulteriormente a rimpolpare le fila di un sempre meglio assortito gruppo di protagonisti. In più, gli autori ribadiscono di non volersi sedere su quel che stanno raccontando e continuano a far evolvere la situazione, con passi avanti decisi su un po’ tutti i fronti e sviluppi intriganti. Aggiungiamoci un Kyle MacLachlan particolarmente agguerrito, che prende di petto il suo ruolo da psicolabile e mostra lampi di quel che nasconde, e una scrittura delle gag sempre più azzeccata per ottenere un altra signor puntata per una seconda stagione che era difficile far iniziare meglio di così. E vi saluto col trailer di Avengers: Age of Ultron perché sì.

 

Ah, il bel vocione di James Spader! Ah! Ah! Ah!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.