La robbaccia del sabato mattina: Nudità in trasparenza

 
Si chiude la settimana che ha visto dipanarsi la grande tragedia geek del 2014, con Edgar Wright che ha mollato il progetto Ant-Man. I motivi paiono proprio essere legati al fatto che i piani altissimi Marvel/Disney (ben al di sopra di Kevin Feige) volevano imporgli cose oltre il limite del tollerabile e lui non ne ha voluto sapere. La cosa è particolarmente assurda se pensiamo che il film era in gestazione da sei anni o giù di lì e nasceva da una proposta di Wright stesso, senza contare che il progetto piaceva talmente tanto a Feige e superamici che avevano cambiato e spostato cose nell’universo cinematografico Marvel per riuscire a incastrarne i lavori con lui a bordo. E poi puff. Vabbé, peccato, vedremo cosa ne verrà fuori. Considerando che già si vocifera di Adam McKay, Rawson Marshall Thurber e Ruben Fleischer, stiamo a posto. Uffa. Ah, Joss Whedon ha espresso solidarietà su Twitter con una foto che mette addosso il magone e James Gunn ha parlato di amici che bisticciano. Intanto, già che c’eravamo, Drew Goddard ha mollato la miniserie Netflix su Daredevil (però rimane a fare da consulente) ed è stato annunciato Charlie Cox per il ruolo di Matt Murdock. E pare che Josh Brolin sarà Thanos. Cioè, sarà la voce di Thanos, ovviamente.

The Book of Life, nuovo film d’animazione prodotto da Guillermo del Toro che praticamente è Grim Fandango al cinema, o qualcosa del genere. Esce in autunno. Di sicuro gli voglio già bene per l’immaginario visivo, anche se poi la storiellina sembra essere la solita roba. Ma che ci vuoi fare. E a proposito…


Il trailer di The Strain, la serie TV ispirata al romanzo di Ciccio del Toro e Chuck Hogan, i quali hanno curato anche la produzione dell’adattamento, nonché scritto e diretto l’episodio pilota. La prima stagione prevede tredici episodi e comincia a luglio. Sono curioso. E sono curioso anche di capire cosa cacchio stiano combinando con Terminator: Genesis (qua le prime foto dal set) e Jurassic World (qua un po’ di informazioni). In tutto questo, l’organo di rating americano ha deciso che il poster del nuovo Sin City che si vede là in cima osava troppo perché, cito, si intravedono la curva della tetta e la forma del capezzolo di Eva Green. Per fortuna l’internet ci ha comunque consegnato il manifesto.

A Walk Among the Tombstone, il nuovo film con Liam Neeson che fa cose e per il quale poco importa cosa effettivamente faccia, tanto, ormai, qualsiasi film esca con Liam Neeson che fa cose, la gente va a vederlo per divertirsi un po’. Da segnalare comunque l’agghiacciante cover di Black Hole Sun, pronta per essere diffusa dalle casse a bordo piscina in un lussuoso albergo omanita.

Un po’ Tutti gli uomini del presidente, un po’ Donnie Brasco, con un sacco di attori che mi piacciono, Jeremy Renner coi baffetti e Mary Elizabeth Winstead. Si intitola Kill the Messenger, esce ad ottobre e io ci sto. Dopodiché chiudiamo con la solita infornata di video vari a caso.



//player.vimeo.com/video/96120254 ANOTHER WORLD – short film – PROJECT 23 from Loniek on Vimeo.

Ieri sera dovrei essere andato a vedere Edge of Tomorrow. Non ne sono sicuro. Ci sarò andato? Mi sarà piaciuto? Vai a sapere.

5 pensieri riguardo “La robbaccia del sabato mattina: Nudità in trasparenza”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.