After Friday Night Lights

After Friday Night Lights (USA, 2012)
di Buzz Bissinger

Di Friday Night Lights, qua dentro, ho parlato fino allo sfinimento. Ho scritto del bellissimo film di Peter Berg, ho scritto delle cinque bellissime stagioni del telefilm (1, 2, 3, 4, 5) e ho infine scritto del bellissimo libro di Buzz Bissinger da cui tutto ha avuto inizio e che io ho letto solo dopo essermi guardato tutti gli adattamenti. Ci sono alti, ci sono bassi, ma è un microcosmo meraviglioso e che davvero merita una chance, anche per chi non dovesse essere appassionato di sport americani. Se poi appassionato lo sei, beh, figurati. Ebbene, ventidue anni dopo aver firmato il libro, Bissinger ha deciso di scrivere una specie di seguito ma non proprio, un racconto da trentaquattro pagine griffato Kindle Byliner, la collana di pubblicazioni digitali brevi, pensate per essere lette in singola botta. E infatti in singola botta me lo sono letto, sull’aereo per San Francisco, e non posso esimermi dallo scriverne qua dentro.

After Friday Night Lights si concentra sull’amicizia che in tutti questi anni è rimasta fortissima, nonostante mille motivi per mandarsi vicendevolmente a quel paese, fra il fortunato Buzz Bissinger e lo sfortunato Boobie Miles. Le difficoltà incontrate dal ragazzo nel corso del tempo, i sogni infranti, la ricerca disperata d’aiuto, il trovare a fatica un equilibrio, l’eterna gratitudine per chi ha voluto aiutarlo e il rancore nei confronti di chi ha di lui approfittato (con le inevitabili stoccate al ritratto un po’ troppo “amichevole” fatto di coach Gary Gaines nel film). Bissinger racconta alla sua maniera schietta e sofferente, riflette su quante persone – lui incluso – si siano negli anni arricchite mentre Boobie restava nella sua poltiglia, parlando anche di sensi di colpa, di etica, mettendo in dubbio la moralità del suo lavoro.

Come “seguito” in senso stretto, forse, non è nulla di che, perché avresti voglia di sapere che fine abbiano fatto tutte le persone di cui avevi letto nel libro originale e che qui a malapena vengono menzionate. Ma non è quello il punto: After Friday Night Lights è una lettura semplice, breve e toccante, quasi più un singolo articolo che un libro vero e proprio – del resto, il formato è quello – e non ha alcun senso se preso per i fatti suoi, ma è semplicemente fondamentale per chi ha amato tutto ciò che ha a che fare con Friday Night Lights e ne vuole ancora. E poi, suvvia, costa due dollari scarsi e si legge in mezz’ora.

Fun Fact: di recente Buzz Bissinger è entrato in clinica per ripigliarsi dalla dipendenza da sesso e shopping. Solo in America.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.