Time paradox: quattro mesi dopo, arriva Looper

Tanto tempo fa, in una galassia lontana lontana lontana (fra settembre e ottobre, per capirci), nel mondo è uscito Looper. Oggi, con calma, che fretta c’era, maledetta primavera, arriva pure in Italia. Nel frattempo, dopo il coro di osanna iniziale, si sono sentiti anche qualche “molto bello, eh, ma non ci allarghiamo” e perfino un paio di “mi ha fatto cacare”. Il che è positivo: magari si è un po’ abbassato il livello delle aspettative per chi ancora non l’ha visto. O magari no. Comunque, se non l’avete ancora recuperato per altre vie, ora sta al cinema. Ah, e le mie due righe al riguardo stanno scritte a questo indirizzo qua.

Joseph Gordon-Levitt, oltre ad essere truccato per assomigliare a Bruce Willis, ne imita l’espressività, le movenze, il modo di parlare e l’accento. Sarei curioso di sapere se hanno provato in qualche modo a conservare questa cosa nel doppiaggio italiano, facendoli parlare alla stessa maniera.

2 pensieri riguardo “Time paradox: quattro mesi dopo, arriva Looper”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.