The Walking Dead 03X07: "Infiltrati"

The Walking Dead 03X07: “When the Dead Come Knocking” (USA, 2012)
con le mani in pasta di Glen Mazzara e Robert Kirkman 
episodio diretto da Daniel Sackheim
con Andrew Lincoln, Michael Rooker, Norman Reedus, Lauren Cohan, Steven Yeun, Laurie Holden, Danai Gurira, David Morrissey

E “finalmente” questa terza stagione ci ha regalato un episodio talmente riempitivo che se lo riassumi al succo ti dura cinque minuti. Non che sia una brutta puntata, anzi, in tutta la parte che si svolge a Woodbury la tensione si taglia col machete, il crescendo è davvero di spessore e, in generale, il lavoro per farti venire la fotta in attesa del gran finale di metà stagione è eccellente. Però, ecco, insomma, rispetto ai primi quattro o cinque episodi, in cui praticamente ogni settimana morivano due persone, c’erano otto colpi di scena e si consumavano cento pagine del fumetto, eh, qua gli autori sono stati più tranquilli. E, sarà un caso, alla regia ci han messo uno al suo primo episodio della serie.

Ad ogni modo, è evidente che volevano preparare per bene quel che arriva domenica, con quel titolo là, e giustamente si son posizionate le pedine a dovere, con quel lungo sottolineartele tutte per benino nei minuti finali. Ma prima sono arrivati dei bei momenti, con il cazzuto interrogatorio di Glenn, con quella Michonne in diffcoltà, spaventata, che teme di essere finita dalla padella alla brace e non si fida di gente che le chiede di fare esattamente quel che le avevano chiesto a Woodbury, e con un Governatore sempre più adorabile nel passare dalla vestaglia alla mazza ferrata e viceversa, con quella scena al tavolo che, al lettore del fumetto consapevole della faccenda Michonne, qualche brivido lo fa venire. Certo, la parte nella casetta è veramente messa lì solo perché in qualche modo bisogna arrivare alla fine dell’episodio con, appunto, tutte le pedine al loro posto, ma insomma, dai, ci può stare. E soprattutto la fotta c’è, quindi bene.

A margine, poi, c’è sempre la faccenda di Andrea, protagonista del segmento più prevedibile e prevedibilmente inutile – anche se apprezzabile nelle intenzioni, via – e che a conti fatti, mi si conceda, ha il suo momento migliore dell’intera stagione quando mostra le chiappe. Detto questo, e dette tutte le critiche solite sullo sviluppo del suo personaggio, sono comunque curioso di vedere cosa le capiterà. Perché in ogni caso, le varie dinamiche che hanno costruito gli autori fra tutti i personaggi e tutte le situazioni sono interessanti e l’impressione è che i tre quarti d’ora del prossimo episodio saranno davvero pochi, per contenere tutto quello che potrebbero tirarne fuori. E poi la pausa, uffa.

Una stretta di mano virtuale al titolista italiano, che, dopo averci regalato un titolo tutto sommato fedele all’originale una settimana fa, si inventa qui una roba che, boh, sarà stupido io, non riesco neanche a capire come gli sia venuta in mente. Ma infiltrati chi? Dove? Perché? MACCOSA?

5 pensieri riguardo “The Walking Dead 03X07: "Infiltrati"”

  1. Effettivamente la scena della casetta potrebbe finire al primo posto nel novero delle 'scene idiote' di questa serie… Un 'what the..?' gigantesco proprio.

    Ed Effettivamente parte seconda, la Andrea bella pulita & profumata che fa fuori e dentro dal letto di Cicciobello Governatore, non è fastidiosa come suo solito, anzi è quasi simpatica.

    A questo punto, oltre ad essere curiosissimo per vedere cosa succederà nel mid season finale, guardando la foto che hai messo li sopra, non posso fare a meno di chiedermi se la prossima settimana assisteremo ad un evitabilissimo match Negrone buono vs Negrone cattivo… (Ed ovviamente spero di no! 😀 )

    Mi piace

  2. Well, è chiaro che sono impressioni personali. 🙂

    Però, io, sì, ho visto un bel salire di tensione, se non per tutta la puntata – certi passaggi, come ho scritto, eh, insomma – di sicuro in alcuni momenti clou.

    È chiaro che conta anche tanto quanto ti sei affezionato ai personaggi. Per dire, Glenn e compagna sono fra i miei preferiti.

    Però, appunto, dipende: esempio random, il mondo è impazzito per Lost, io ho mollato dopo due stagioni per discreta moscezza e TOTALE disinteresse per i personaggi. Che poi non ho neanche ufficialmente “mollato”, solo non m'è mai venuta voglia di andare avanti…

    Mi piace

  3. Sì, nella puntata dopo. 😀

    Senza contare che in genere con “infiltrato” si intende uno che sta lì nel gruppo, magari sotto falso nome, a spiare, mica uno che ti entra in casa a far casino.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.