Thwip!!!

La settimana in cui escono tutti i trailer che contano dell’anno si è conclusa con quello di The Amazing Spider-Man, il rilancio del ragnetto che fa gridare allo scandalo tutti perché il costume è brutto, Andrew Garfield non c’entra nulla, il regista viene dalle commediole e sarà tutto un cupo piangersi addosso.

Dunque, secondo me, di base, c’è il problema che ormai ci siamo abituati e non ci fa effetto. Insomma, il momento “uah, figata, sto guardando il Ragno che zompa fra i palazzi” l’abbiamo avuto dieci anni fa e ci sono poi stati altri due film. Quanto mai ci si potrà gasare, di fronte al trailer di un film che ne racconta di nuovo le origini, oltretutto giocandosi palesemente la stessa carta di Batman Begins sul cattivo (qua ci piazziamo i criminali non utilizzati dalla precedente serie di film e facciamo il trailer dell’infame vero, che ci teniamo per il secondo episodio)? Per di più nel momento in cui siamo tutti reduci dal tripudio nerd di The Avengers e attorno a questo sono spuntati sull’internet il trailer di Expendables 2 con Schwarzenegger che dice “I’m back!” e quello dell’ultimo Batman di Nolan? Essù, dai, non c’è proprio speranza.

Oltretutto Batman Begins è arrivato otto anni dopo un infame Batman & Robin, questo arriva cinque anni dopo la conclusione di una trilogia che, sì, aveva chiuso su un terzo episodio debole, ma nel complesso è stata piuttosto amata. Vogliamo aggiungere che di Marc Webb non ce ne frega un cazzo, mentre Sam Raimi era quello ganzo di Evil Dead e all’annuncio della sua regia ci immaginavamo tutti la macchina da presa che sfrecciava in soggettiva fra i palazzi (e il bello è che le soggettive Raimi non le ha fatte, mentre a quanto pare le ha fatte Webb con quell’aria che fa tanto Mirror’s Edge)? Insomma, ci sono mille e duecentomila motivi per cui questo film s’è guadagnato l’odio a prescindere, forse in maniera anche un po’ esagerata, e a guardarlo non si avverte nemmeno un vago accenno di pelle d’oca. Eppure non mi sembra ‘sto cesso.

L’idea, a occhio, è di provare una mossa simile a quella dei vari film legati ai Vendicatori, facendo un po’ di mischione fra l’universo “regolare” e quello Ultimate. Il risultato, credo, è che ci ritroviamo i genitori di Peter e Curt Connors invischiati con la Oscorp (e Osborn pronto a saltare fuori da dietro le quinte) e tutto un incredibbile calderone di segreti da scoprire talmente scioccanti che guarda non ci credo. Con nel mezzo, magari, anche la storiella della morte del Capitano Stacy che fa sentire tanto tanto in colpa il povero Peter. Il risultato, quel che perlomeno si vede in questo trailer, è che l’Uomo Ragno c’ha i suoi lancia ragnatele fatti in casa (bene), un costume che in realtà a me piace e ha gli occhi ganzi (ma io non mi sono mai fatto problemi sui costumi diversi, cambiati, stravolti, salamadonna: a me andava bene perfino la felpa col cappuccio del Ragno Rosso) e come cattivo abbiamo Lizard, visto di sfuggita in versione ancora Curt Connors nei film di Raimi. Ed è un mostro che in teoria dovrebbe essere piuttosto figo, e la sequenza in cui si inseguono attaccati al soffitto sembra proprio bella, ma in pratica è di un gommoso ai limiti dell’inguardabile. Poi, c’è Andrew Garfield, che a me non sembra così fuori posto. Ok, sicuramente è più fico del caro Tobey, ma insomma, come adolescente allampanato e che prende gli schiaffi dai bulletti non mi dispiace. Emma Stone, poi, mi piace sempre, e perlomeno una volta tanto han preso una bionda per interpretare una bionda.

Per il resto, lo skateboard davvero non si può guardare, e il timore della deriva young adult tutta ammore, bacini e drammi esistenziali si respira forte, ma è inutile preoccuparsene troppo ché i trailer mentono. Tanto più che magari puoi temerlo ma, di base, l’elemento soap opera non è che sia mai mancato nei fumetti del ragnetto. Anzi, era fra le cose che mi piacevano di più delle storie di Stan Lee. Preferisco guardare il bicchiere mezzo pieno, tipo il fatto che in tutti i trailer continuano a insistere sulla caratterizzazione da ragazzino che si diverte a prendere per il culo i criminali con le sue battutacce e che, per quanto mi riguarda, è sempre stata mezzo personaggio. Dai, magari viene fuori un film carino, anche se non ci credo neanche per un attimo che Webb è in grado di tirare fuori una regia dai coglioni fumanti come quella che Raimi ha infilato in tutti e tre gli episodi (sì, pure nel terzo). E anche se, a conti fatti, rimane sempre il problema di partenza: se neanche col trailer riesci a gasare un nerd che s’accontenta di poco come me, andiamo male.

Saluti da Pillola & Polpetta, le nuove inquiline di casa Maderna.

6 pensieri riguardo “Thwip!!!”

  1. Oltretutto Batman Begins è arrivato otto anni dopo un infame Batman & Robin, questo arriva cinque anni dopo la conclusione di una trilogia che, sì, aveva chiuso su un terzo episodio debole, ma nel complesso è stata piuttosto amata

    devono farti presidente ,quoto tutto

    ps ti attira biancaneve e il cacciatore?

    "Mi piace"

  2. Strana questa scelta di tornare sull'arrampica muri.
    Raimi aveva detto tutto con i primi due,il terzo era inguardabile…..non sentivo la necessità di un altro capitolo,men che meno un reboot.

    Mi sorge il dubbio che Raimi non non abbia costanza sui film seriali:La Casa a modo suo fu un capolavoro,il secondo poteva dire la sua,il terzo pur nella sua divertente deriva non c'entrava più una beata fava.

    Ma davvero,come hai detto,con precedenti quali Avengers e gli ultimi Marvel(si,lo so che non tutti sono capolavori,però…..)chi sentiva la mancanza di spidey?

    P.S.:se invece si decidessero per un bel cross-over fra l'arrampicamuri e Luke Cage o i F4……ecco,li potrei farci un bel pensiero.
    P.P.S.:……e se poi questo Web fa un capolavoro?Ci cospargiamo il capo di cenere e respiriamo tutti assieme la puzza della nostra figuraccia di m***a?!?

    "Mi piace"

  3. Posso sbagliarmi, ma credo che la scelta sia l'ennesima figlia del fatto che se non realizzano un film ogni tot anni perdono i diritti che tornano alla Marvel. Inizialmente volevano farlo con Raimi e Maguire, poi è saltato tutto e quindi reboot.

    Quanto a Raimi, io gli do il beneficio del dubbio: sul terzo film è noto che gli hanno rotto le scatole senza tregua dalla produzione, imponendogli Venom e tanta altra roba. In linea di massima, pare che le cose peggiori dei suoi film (tipo i costumi dei Goblin) non le abbia decise lui e le cose migliori siano quelle su cui si è impuntato. Detto questo, secondo me i primi due, soprattutto il secondo, sono proprio tanto belli. E il terzo non è questa merda colossale, via.

    P.P.S.
    Io aspetto e spero. Bicchiere mezzo pieno. 🙂

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.