Che cacchio è The Host?

Allora. Nel 2006 è uscito un delizioso film coreano intitolato The Host (o, se vogliamo tirarcela, Gwoemul). Una roba che ha quello spirito tutto orientale necessario per porsi in maniera così perfetta in mezzo fra il dramma, la vaccata, la commedia, il demenziale, l’horror, la fantascienza e più o meno qualsiasi altra cosa possa venire in mente. Ne avevo parlato brevemente qui, ma insomma, erano proprio due righe. Il punto è che è figo e il Blu-ray te lo tirano ormai dietro. Poi c’è stato un momento in cui pareva certo che Universal Studios avrebbe prodotto un remake americano, messo nelle mani di Gore Verbinski. Che, vai a sapere, magari viene fuori diverso ma caruccio lo stesso. Uscita prevista nel 2011, a marzo 2012 ancora non se ne sa nulla. Oggi, però, vado su IMDB e leggo “The Host, primo trailer!”. Uah, figata, vediamo com’è. E mi trovo davanti ‘sta roba.

Ora, già di base il monologo mi aveva fatto venire dei dubbi, ma su “from Stephenie Meyer author of the Twilight Saga” ho capito che c’era un equivoco. Il remake americano di The Host mi sa che ce lo siamo giocato e questo è tutt’altra roba. Roba bella? Boh, sembra una specie di incrocio fighetto fra Visitors e Ultracorpi vari, con l’inevitabile musica stile Inception sul trailer. Guardo la scheda su IMDB e leggo Saoirse Ronan, che mi piace tanto ma Hanna e The Lovely Bones. C’è anche Diane Kruger che comunque buttala. Poi, per mandarmi ulteriormente in tilt, leggo che è scritto e diretto da Andrew Niccol, cosa che fino all’altro ieri mi avrebbe gasato ma poi In Time. Insomma cacca? Cacca puzza?

Comunque l’internet ha partorito pure una specie di micro trailer per Cosmopolis, il nuovo Cronenberg tratto da De Lillo. Io il libro non l’ho letto (però ho letto Underworld) e dal trailer non si capisce una sega, se non che sembrano esserci un po’ le atmosfere del giovane David (bene) e il vampiro luccicoso sembra quasi convincente. Ho detto quasi.

Ah, l’altro giorno sono andato a vedere The Hunger Games. Niente male davvero, di sicuro molto meglio di quanto temessi. E Jennifer Lawrence è di una bravura abbacinante, i suoi film non se la meritano. In ogni caso, speriamo davvero che finisca per fare quel che dicono qui.

2 pensieri riguardo “Che cacchio è The Host?”

  1. Io il libro di “The Host” l'ho letto. Mi ero detto “vediamo cosa combina la mormona quando non ha a che fare con i vampiri”. Lettura piacevole, certamente non originalissima. Una specie di versione buonista e “c'è ancora speranza” di “L'invasione degli ultracorpi”. Potrebbe anche venirne fuori un film non male, come anche una cagatona colossale. Di sicuro qualche spunto buono c'è.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.