The Walking Dead 02X10: "Scelte"


The Walking Dead 02X10: “18 Miles Out” (USA, 2012)
con le mani in pasta di Glen Mazzara e Robert Kirkman
episodio diretto da Ernest R. Dickerson
con Andrew Lincoln, Jon Bernthal, Lauren Cohan, Sarah Wayne Callies, Laurie Holden

E la cura Mazzara prosegue imperterrita, con un altro episodio tutto all’insegna della tensione, del far succedere cose che portino avanti storia e sviluppo dei personaggi, del non rinunciare alla natura fondamentale di The Walking Dead (gente che si parla addosso mentre “loro” sono là fuori) ma anche del voler dare più brio, passione e simpatico divertimento infilandoci azione, sparatorie e pizze in faccia. Ma in realtà, la cosa che mi piace di più della cura Mazzara è questo fatto che i personaggi si dicono le cose, si confrontano, non conservano inutilmente e stupidamente segreti pesanti solo perché, oh, dobbiamo portarci dietro le stronzate per tutta la stagione. Si era visto fin da subito, con quel bel confronto fra Lori e Rick al termine del sesto episodio che Mazzara aveva “forzato” nonostante l’opinione contraria di Darabont, si prosegue oggi con Rick che mette il freno a mano, prende Shane e “oh, parliamo un attimo”. E si tratta di confronti che hanno senso, sono figli della logica e possono generare sviluppi interessanti per i personaggi e i rapporti fra di loro, invece di lasciar trascinare stancamente le problematiche per settimane.

Per il resto, ancora una volta, si assiste a uno sviluppo parallelo fra le vicende alla fattoria e quelle là fuori ed entrambe le faccende sono gestite molto bene. Da un lato, incredibile, si riesce a dare peso e sostanza a un personaggio che fino a oggi aveva fatto solo da tappezzeria (che poi è esattamente ciò che non sono riusciti a fare per tutta la prima metà di stagione), dall’altro si riesce a mettere in scena dell’azione ganza, un bello sviluppo nei rapporti fra i personaggi, un paio di momenti importanti sul fronte “decisioni che avranno conseguenze” e pure un bell’omaggio ai fumetti in quella scena davanti alla rete metallica. E in sostanza si prosegue sull’ottimo percorso avviato due settimane fa, lavorando sul contrasto fra i due diversi modi di affrontare le cose nel gruppo, sui rapporti sempre più storti nel triangolo di protagonisti e sul gettare un po’ più in faccia allo spettatore sangre y budella. Mi sto divertendo e ho voglia di scoprire cosa succederà.

Nota di colore: l’episodio, davvero ottimo, è diretto da Ernest R. Dickerson, vale a dire lo stesso regista del bellissimo quinto episodio della prima stagione. Forse c’è una logica.

7 pensieri riguardo “The Walking Dead 02X10: "Scelte"”

  1. che posso dire….sono daccordo:la serie stà finalmente decollando.
    Azione,finalmente un po di zombie(nella prima metà della serie sembravano un orpello occasionale),i personaggi principali tornano a fare i personaggi principali(….sembrava ormai che fosse il balestrato Darryl il vero protagonista della serie….).

    Oh,Rick continua ad essere assurdo(prima fredda due tipi in un bar,poi “ha bisogno di una notte”per capire che fare del potenziale spione…..ma che cacchio di alternativa ha?Serve dire che tifavo per Shane mentre si menavano?).

    Però prima guardavo la serie nella speranza che si mangiassero qualcuno dei(stupidissimi)buoni.
    Ora mi stò finalmente divertendo.
    Secondo me,cambiare litigiosamente sceneggiatori,fa bene ai serial…..

    Mi piace

  2. Continuo a non trovarlo assurdo, sono due situazioni diverse. I tipi nel bar erano evidentemente pericolosi, e di fatto lui spara quando quello tenta di afferrare la pistola. Questo è un ragazzo impaurito, indifeso, e si sta sostanzialmente ipotizzando di ammazzarlo a sangue freddo perché *magari* potrebbe creare problemi poi. Lieto comunque che tu stia iniziando a gradire. 🙂

    Mi piace

  3. Bella fregna questa puntata. Dalla pausa vedo che gli episodi hanno preso tutto un altro brio. La cura Mazzarri sembra funzionare davvero, anche il Napoli in effetti sta attraversando un ottimo momento… XD

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.