The Walking Dead 02X07: "Muore la speranza"



The Walking Dead 02X07: “Pretty Much Dead Already” (USA, 2011)
creato da Frank Darabont e Robert Kirkman
episodio diretto da Michelle MacLaren
con Andrew Lincoln, Jon Bernthal, Scott Wilson, Sarah Wayne Callies, Norman Reedus, Jeffrey DeMunn

SPOILER, che non ho voglia di girarci attorno.

Un po’ me l’aspettavo, un po’ ci speravo, ma francamente non ci contavo, e invece l’hanno proprio fatta, la ganzata di farcela ritrovare nel granaio. Ed è un bel momento, forse un po’ tirato per le lunghe – evidentemente tutto quello che riguarda quella maledetta deve essere tirato per le lunghe da contratto – ma che ha il suo impatto. E che allo stesso tempo fa incazzare, perché poi si torna sempre lì: se fosse stata un personaggio, e non un guscio vuoto da sventolarci sotto il naso per sette episodi, quanto sarebbe stato più bello e forte questo finale? Insomma, capiamoci, questa non la vediamo da sei puntate e nella prima stagione era come se non ci fosse: quando è uscita, per un attimo mi sono chiesto se fosse lei, se fosse la figlia di Hershel, chi cacchio fosse. Poi è partita la musica e ho capito. Però, eh. In ogni caso, anche così com’è, il suo impatto la scena ce l’ha, vuoi per come è costruita bene la puntata, vuoi perché quell’Hershel che vede il mondo e tutte le sue convinzioni crollargli piano piano addosso, con quella faccia lì, mi è piaciuto proprio, vuoi perché alla fin fine The Walking Dead si conferma una serie che mantiene lo spirito del fumetto nel tirare colpi bassi e non farsi problemi ad ammazzare, sventrare, colpire duro.

Al di là di quello, poi, si conferma anche una serie costantemente preoccupata di costruire, accumulare, aggiungere dosi su dosi di materiale per far evolvere i rapporti fra i personaggi fino all’esplosione, che prima o poi arriva. E di cose interessanti, in un episodio che ti lascia lì appeso come pochi, specie pensando che ora bisognerà aspettare febbraio, ce ne sono parecchie. Dall’evoluzione di Shane, che certo non è orchestrata in punta di fioretto, ma è senza dubbio ben gestita, all’idea di vedere come si risolverà adesso la permanenza alla fattoria. Il problema, magari, è che si passa troppo tempo a costruire e poco a risolvere, ma certo è che le cose, quando vengono fuori, soddisfano. Insomma, alla fin fine continuo a gradire, nonostante i problemi di queste prime sette puntate, e ho soprattutto una gran curiosità di vedere come si evolveranno le cose. Fra l’altro l’ottavo episodio, se l’Internet non mente, si intitola “Nebraska”. Il che fa presumere una ripresa del vagabondaggio. Solo che nel fumetto, in Nebraska, non ci passano proprio, dato che sia la Wiltshire Estate (saltata a piè pari, ma vai a sapere, magari la recuperano) sia la prigione stanno in Georgia. Insomma, che stanno a combinare?


Un saluto carico di affetto a chi decide i titoli italiani degli episodi e pensa sia il caso di usarli per descrivere il finale degli episodi stessi. Poi non è detto che uno unisca i puntini, eh, e del resto io l’ho fatto quando ho letto il titolo italiano dopo averlo visto, l’episodio. Però, eh.

11 pensieri riguardo “The Walking Dead 02X07: "Muore la speranza"”

  1. Ok, il titolo italiano non e' che sia dei migliori pero' “Pretty Much Dead Already” e' pure peggio dai! Dai titlo italiano si puo' pensare a qualunque cosa, anche che beh, la gente incomincia a pensare male, la fiducia viene meno, ma mica ti dice la fine che la povera Sophia ha fatto, invece il titolo in inglese e' proprio chiaro in questo senso. No dai, per questa volta mi sento di dire che il titolo italiano e' piu' felice di quello originale. Cosa piu' unica che rara.

    Comunque questa puntata mi e' piaciuta veramente tanto. Ha un gran ritmo ed un finale strepitoso. Dopo l'appiattimento (anche se con cose buone) delle puntate precedenti, qui c'e' il botto!

    Mi piace

  2. Guarda che il titolo inglese mica si riferisce necessariamente a Sophia. Può essere un riferimento ai personaggi in generale, al fatto che è come se fossero già morti, condannati che vivacchiano senza speranza, e può essere anche un riferimento al “contenzioso” fra Rick e Hershel sull'essere morti o malati degli zombi. Che si possa riferire anche a Sophia lo capisci dopo averla vista, la puntata, ma di base è un titolo troppo vago perché lo si possa considerare “chiaro”. Mica parla di gente morta, parla di gente più o meno già morta, che è come se fosse già morta ecc…

    E invece, abbi pazienza, dopo sei puntate incentrate sulla ricerca della bimba scomparsa e forse morta, uno cosa dovrebbe apsettarsi, di fronte a “muore la speranza”? 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.