Nip/Tuck – Stagione 5

Nip/Tuck – Season 5 (USA, 2007/2009)
creato da Ryan Murphy
con Julian McMahon, Dylan Walsh, Joely Richardson, John Hensley, Roma Maffia, Kelly Clarkson, Sharon Gless, AnnaLynne McCord

La quinta stagione di Nip/Tuck aveva il potenziale pieno per essere la più bella. Una nuova situazione da cui ripartire, che si prestava benissimo a fornire tanti spunti interessanti per i personaggi. Un cast agguerrito e in forma come non mai. Un cattivo fra i più pungenti dell’intera serie. Una serie di trovate particolarmente azzeccate. Una svolta drammatica pesante e inattesa per il caro Christian. Poi, però, si è messo in mezzo lo sciopero degli sceneggiatori e bum, è un po’ crollato tutto. O forse non è colpa dello sciopero e sarebbe andata così lo stesso, vai a sapere.

La partenza con i due galletti convinti di conquistare il mondo e che si ritrovano sommersi, tutti i nuovi ed eccellenti personaggi che emergono dal tuffo nel regno di Hollywood, l’inquietante incedere del thriller sempre più spinto che emerge di episodio in episodio, la subdola presenza di Eden e l’apprezzatissimo vagare per lo schermo della madre, l’idiozia di Aidan Queen, con un Bradley Cooper che sembra davvero interpretare se stesso e quel che sarebbe stato senza la botta di culo di The Hangover… è tutto delizioso, divertentissimo e appassionante, davvero. E davvero sembra che Nip/Tuck sia di nuovo in forma, forse in forma come non era mai stato.

E poi arriva quell’episodio di metà stagione, che chiude tutto prima della pausa dovuta allo sciopero degli sceneggiatori. Bellissimo, agghiacciante, con un crescendo finale da palpitazioni e respiro mozzato. Una vera e propria bomba in faccia, che ti lascia di sasso, a boccheggiare chiedendone ancora. Spettacolo. Insomma, lo sciopero degli sceneggiatori ci ha regalato uno fra gli episodi più appassionanti di tutto Nip/Tuck. Figata. Il problema è che nel farlo ha mozzato in due la quinta stagione, imprimendole un taglio da cui non si è più ripresa.

La seconda parte, trasmessa poco meno di un anno dopo, fa una fatica pazzesca a riprendere in mano le questioni, a rimettersi in carreggiata. Non riesce a mantenere lo stesso livello di densità, chiude malamente la maggior parte dei discorsi e finisce per lasciare addosso un forte senso di insoddisfazione e di incompiuto. Non un disastro, certo, perché rimane comunque il solito divertente bel vedere, ma il tonfo rispetto alle premesse poste da quei primi quattordici episodi, beh, sì, è abbastanza disastroso. Peccato, anche se, oh, per uno che ha tirato avanti fino a qui, e che quindi il delirante mondo di Nip/Tuck ce l’ha evidentemente nelle sue corde, va comunque più che bene.

La quinta stagione di Nip/Tuck l’ho vista tutta assieme, senza aspettare un anno fra l’episodio quattordici e l’episodio quindici, qualche mese fa, nello scintillante splendore della lingua originale offerta dal cofanetto DVD. Ne scrivo adesso all’insegna del programma “Quasi me ne dimenticavo”, infoiato dal fatto di stare guardando la sesta.

3 pensieri riguardo “Nip/Tuck – Stagione 5”

Rispondi a giopep Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.