Borderlands

Borderlands (2K Games, 2009)
sviluppato da Gearbox Software

A qualche giorno meno di un anno esatto dalla prima volta in cui l’ho infilato nell’Xbox 360, ho finito Borderlands. Anzi, abbiamo finito Borderlands, io e il mio compagno di scorribande digitali in co-op Holly. In questa commovente occasione vorrei ringraziare alcune persone che sono state fondamentali per il compimento di quest’impresa:

– la PR che in tempi remoti mi ha omaggiato della copia promozionale del gioco (azzardo un Barbara, ma chisseloricorda);
– Coprofago, che mi è stato spesso vicino sul divano mentre trascorrevo le ore notturne parcheggiato sul marciapiede, aspettando che Holly finisse di vendere al negozietto i quintali di armi raccattate ramazzando cassonetti della monnezza e cadaveri mentre io perdevo tempo a sparare razzi verso l’infinito del cielo;
– il commesso di Gamestop che mi ha venduto l’hard disk da 120 giga, almeno ho installato il gioco e ho smesso di tenere svegli i vicini durante le sessioni notturne;
– i PR che mi hanno gentilmente fornito i giochi che ho rifilato a Gamestop in cambio dell’hard disk da 120 giga;
– chiunque abbia deciso di inserire nel gioco i paletti cacavetture e i teletrasporti, perché altrimenti davvero no;
– l’headset del 360, che ancora funziona bene ma in corso d’opera s’è definitivamente perso quei piccoli rimasugli di spugnetta che ancora erano rimasti attaccati;
– ovviamente Holly, anche se veramente quando te ne stavi lì le ore a valutare i prezzi delle pistolette mentre io per passare il tempo ti accoltellavo come se non ci fosse un domani, oh, un po’ me le facevi girare.

Comunque è stato davvero divertente, nonostante la serializzazione un po’ rilassata delle sessioni di gioco. La classica roba che se ci avessi giocato da solo avrei spento tutto e riposto sullo scaffale dopo venti minuti per sopraggiunta noia, e invece in cooperativa si ride talmente tanto che pure smanettare con l’inventario per capire se sia il caso di vendere la pistoletta diventa divertente. E lo è stato anche per me, che appena un GdR mi chiede di ammazzare mostri a caso per salire di livello perché altrimenti non posso fare la magia della supercazzola cerco su Google le parole “nomegioco+trainer”. E invece qui vai di missioncine extra stupide a fare i fattorini per il deserto postatomico. Come se piovessero.

E le tattiche d’assalto “vai avanti tu che qua ci penso io”, e le corse disperate, e Skagzilla ucciso con le fionde, e questo no che è troppo grosso, e il senso dell’umorismo, e oddio ho la console impostata sull’italiano perché oggi pomeriggio ho recensito una roba per Kinect aspetta che riavvio e cambio, e dove cacchio sta la leva da tirare la mappa me la indica qui ma porca puttana, e oddio non si è sincronizzato il salvataggio ho le missioni incartate, e hai preso il teletrasporto senza di me aspettami, e insomma dai è stato bello.

E si è concluso esattamente come era iniziato: con due cretini che si accoltellano davanti a un negozio e passano dieci minuti a duellare.

Per un attimo abbiamo anche valutato di spararci i DLC, ma alla fine anche no. Ci sono tanti altri fantastici giochi in co-op che ci aspettano.

9 pensieri riguardo “Borderlands”

  1. ROTFL Buon compleanno Borderlands!
    Cmq volevo solamente far presente alla tua immensa platea che in duello ti ho svangato. L'ultimo, prima della chiusura con lacrimuccia, è stato veramente imbarazzante. Nemmeno ai bei tempi di Quake penso di aver mai combattuto con tanta leggiadria e perizia (infatti ai tempi di Quake ero una sega). Strafe a destra, salto, uno sparo e fine. Morto. Boom-Headshoot! Vittoria e fine.

    Skagzilla rimarrà per sempre nel mio cuore.

    "Mi piace"

  2. A occhio non te lo so proprio dire. Mi viene difficile anche fare una stima, perché abbiamo spalmato le ore di gioco su troppo tempo. Andrei volentieri a guardare se c'è un contatore, ma oggi mi hanno impacchettato casa per il trasloco. Insomma: boh? 😀

    "Mi piace"

  3. son mensola:

    Io una giro a zombies island of doctor ned non me lo lascerei scappare 😀

    atmosfera e direzione artistica s p e t t a c o l a r i

    iniziato ad agosto, in montagna, coi nipoti asseregliati nella paura ma incapaci di distogliere lo sguardo dallo schermo.

    finito il giorno dei morti 😀

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.