La settimana a fumetti di giopep – 20/08/2010

Ma devo scriverla ogni volta, un’introduzione? No, dai.

Alvar Mayor #1: “La leggenda di Eldorado” ***
Prosegue l’accurata indagine nell’impolverata pila dei “questo è troppo grosso/scomodo da portare in metropolitana, lo lascio qui e lo leggo poi”. Il primo volume di Alvar Mayor l’ho comprato alla Lucca del 2005, aizzato da Holly, che era tutto gasato per la presenza di Trillo. Tant’è che, aprendo il tomo, ho scoperto che m’ero pure fatto fare l’autografo con tanto di dedica. E che è, Alvar Mayor? È un fumetto d’avventura classicheggiante, su toni non molto lontani da quelli dei Bonellidi vari, anche se basato su storie decisamente brevi. Affascinante nelle atmosfere, un po’ legnoso nei disegni, che però prendono corpo e si fanno via via più interessanti di episodio in episodio. Ma sono poi usciti i volumi successivi? Darò un’occhiata.

Love And Rockets #18: “Luba in America” ****
Ma finirà, un giorno, Love And Rockets? Ricordo di averne letto episodi sparsi per la prima volta un paio di millenni fa, su una rivista antologica, ma ho un vuoto di memoria e non riesco a puntare il dito: era il magazine di Tank Girl o quello di Lupo Alberto? Non che importi qualcosa. Comunque, qui si indaga sulla vita di Luba e delle sue sorelle, coi soliti toni a metà fra la farsa e la tragedia e con la solita, adorabile, disinvoltura sessuale. Un fumetto da non leggere in metropolitana, perché non sai mai cosa ti aspetta quando cambi pagina. O forse va letto in metropolitana proprio per quello.

Mythos ***
Che bello, che idea fantastica, innovativa, originale. Raccontiamo di nuovo le origini di alcuni fra i principali supereroi Marvel. Però con dei disegni della madonna, dallo stile pittorico che proprio guarda ti lascia di sasso. Bello, eh, mabbasta.

Echo #2 ***
Quanto ci ha messo a uscire, il secondo volume di Echo? Un anno e mezzo? Qualcosa del genere. E, chi l’avrebbe mai detto, dopo tutto questo tempo il pathos è un filo crollato e si fa fatica ad essere in tensione per avvenimenti che si svolgono subito dopo storie lette diciotto mesi fa. Peccato, perché i disegni, lo stile, il talento per la narrazione di Moore son sempre quelli, quindi il potenziale per tirare fuori un altro bel pezzo di fumetto, nonostante il soggetto non proprio originalissimo, ci sarebbe anche. Ma con ‘sti tempi…

iComics #1/2 ***/****
A maggio sono stato a Rapallo per seguire Cartoons On The Bay. Da lì ho scritto quattro resoconti per Nextgame, nel secondo dei quali parlavo anche di iComics, una nuova rivista antologica bimestrale dedicata al fumetto italiano (ma non solo) più o meno d’autore. Sono poi usciti i primi due numeri e io me ne sono accorto un po’ tardi, ma sono riuscito a recuperarli entrambi in giro per le edicole dell’Italia vacanziera. Com’è? Non male. I redazionali spaziano fra interviste interessanti (Will Eisner, per dire), approfondimenti curiosi e slasagnate divulgative un po’ insipide. Nel secondo numero, per esempio, c’è un articolo sul fenomeno iPad che vedrei bene su Gente. Ma insomma, è anche normale, non è quello il punto. Il punto sono i fumetti e in quel senso si va abbastanza bene, perlomeno se si sorvola sui brevi scritti che li introducono (pomposi, ricercati, “poetici”, sembrano usciti dal peggio della letteratura fantasy). Nel primo numero c’è un bel campionario di ottimi disegnatori, anche se le sceneggiature lasciano abbastanza a desiderare, ma nel leggere il secondo si trova parecchio bel fumetto. Certo, si trova anche l’imbarazzante storia scritta da Roberto Genovesi, in piena linea col lirismo scoreggione degli scritti di cui sopra, ma insomma, rimane comunque addosso voglia di continuare. Ah, poi ci sarebbe l’aspetto multimediale, col QR da fotografare per avere accesso a materiale che sembra pure interessante. Ma il mio iPod Touch non fa fotografie e il mio cellulare Samsung è un mezzo catorcio.

Serie varie su cui non è che possa mettermi a riscrivere le stesse cose a ogni santo numero:
Il grande sogno di Maya #44 ***

Queste cose le ho lette mentre stavo al mare. In montagna mi sono portato quasi solo libri, ma anche un paio di fumetti pescati dalla pila polverosa. Appena ho tempo/voglia ci salta fuori un bell’appuntamento tutto amarcord.

2 pensieri riguardo “La settimana a fumetti di giopep – 20/08/2010”

  1. Alvaro: sono usciti, sono usciti, ma non so quanto reperibili. Verso il terzo/quarto volume e' gia' un caposaldo dell'historieta, e probabilmente del fumetto all time (ecco, l'ho detto).

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.