Transformers: La vendetta del caduto

Transformers: Revenge of the Fallen (USA, 2009)
di Michael Bay
con Shia LaBeouf, Megan Fox, Ramon Rodriguez, Josh Duhamel, Tyrese Gibson, John Turturro
con le voci di Peter Cullen e Hugo Weaving

L’ostentata consapevolezza di essere una profonda minchiata è il miglior pregio di questo secondo Transformers, incredibilmente ancora più stupidino, becero e sbracato del primo episodio. Per fortuna non ci prova nemmeno, Michael Bay, a darsi un tono, e questo non glie lo si può proprio negare: il massimo del dramma che offre sta nella pseudo-morte di Optimus Prime e nei due protagonisti che fanno pucci pucci. E non gli si può togliere neanche il fatto che finalmente in un paio di scene – incidentalmente quelle girate in formato IMAX – la macchina da presa stia quasi ferma. Nel combattimento fra gli alberi e nella scalata della piramide, incredibile, si capisce cosa sta succedendo!

I problemi di La vendetta del caduto, invece, sono riassumibili in “tutto il resto”. O, meglio, nell’idea alla base di tutto il resto: prendere ogni singolo elemento del primo film e ampliarlo, aumentarlo, ingrandirlo fino a farlo esplodere. Avevi trovato inguardabile John Turturro? Qui Julie White fa di peggio e per più tempo. Ti erano sembrate di cattivo gusto certe gag? Qua si vedono cani che fottono e robot che scoreggiano. Più di una volta. Non sopportavi le scene d’azione con la tremarella? Preparati a vomitare. Non ti erano piaciuti i colori sgargianti e i toni da cartone animato? Qui manca solo che esca Trider G7 dal sottosuolo.

Certo, gli effetti speciali fanno spavento, e ancor più spavento fanno quel paio di scene girate in formato IMAX (terza volta che ci vado, prima volta che vedo un film con parti di quelle dimensioni). E sì, dai, la prima oretta, tutto sommato, nonostante svariati elementi insopportabili, va via abbastanza tranquilla. Il problema è che poi ce n’è un’altra. E poi ancora mezza.

Transformers era un film brutto e stupido, consapevole di essere stupido, abbastanza divertente, che finiva una buona mezzora dopo aver cominciato a rompere le palle. La vendetta del caduto è un film molto brutto e molto stupido, consapevole di essere molto stupido, non troppo divertente, che finisce un’ora e mezza dopo aver nuclearizzato le palle. Probabilmente i bambini ci si divertono dall’inizio alla fine, non so. Io, di sicuro, ho desiderato di morire per ampi tratti. Se poi penso che mi hanno convinto ad andarci nonostante fosse già in sala Public Enemies, madonna, mi viene lo scorbuto.

P.S.
Il Caduto è uno fra i cattivi più ridicoli della storia. Optimus Prime in versione IMAX è enorme. La lingua in fondo al tentacolo non si può vedere. Il decepticon-pantera è molto fico, anche se avrei voluto vederlo trasformarsi in cassettina e infilarsi in quell’altro che diventava registratore.

2 pensieri riguardo “Transformers: La vendetta del caduto”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.