L’ultimo re di Scozia

The Last King of Scotland (USA, 2006)
di Kevin Macdonald
con James McAvoy, Forest Whitaker, Kerry Washington, Gillian Anderson

L’ultimo re di Scozia racconta di Nicholas Garrigan, un giovane, smargiasso e incosciente medico scozzese neolaureato, in trasferta nel cuore dell’Uganda per fare esperienza (di vita e di lavoro) sul campo. Nel corso del suo soggiorno, Garrigan entra in confidenza con il presidente Idi Amin, appena salito al potere tramite un colpo di stato e intento a promettere un futuro migliore per il suo popolo. Attraverso il rapporto di collaborazione e amicizia che si viene a creare fra i due, il regista Kevin McDonald prova a offrire uno sguardo indiscreto su questo dittatore e sul suo paese.

Gli ottimi James McAvoy e Forest Whitaker, da soli, meritano davvero la visione di questo film. Il problema è che non vanno molto lontani dall’essere anche la sola ragione per cui valga la pena di guardarlo. Se da un lato c’è una prima parte affascinante, interessante, che mescola con gusto uno stile ai margini del documentario e un impianto narrativo da film di genere avventuroso e sbarazzino, dall’altro c’è una seconda metà marchiata a fuoco da una (quasi) rovinosa caduta nel reame del ridicolo.

Purtroppo l’intero film viaggia su binari di prevedibilità estrema, seppur mantenendo un suo stordente fascino grazie alle belle immagini e alla interpretazione strabordante, mostruosa, fagocitante di Whitaker. Dal momento in cui s’infila di mezzo la tresca amorosa, però, con tanto di scopata al muro nell’oscurità, tutto deraglia e ci si tuffa in una sorta di thrillerino moscio e poco coinvolgente. E alla fin fine del film rimangono in testa giusto qualche paesaggio e la prova di Whitaker, splendido, affascinante, compagnone, pazzo, isterico, criminale, adorabile, amichevole, assassino, torturatore, dittatore, gentile, amorevole, onorevole, spiazzante, schizofrenico, traditore, crudele, impossibile uomo da cui non si può che essere attratti ma dal quale si può solo scegliere di fuggire.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.