Beyond Good & Evil

Beyond Good & Evil (Ubisoft, 2003)
sviluppato da Ubisoft Montpellier – Michel Ancel

Beyond Good & Evil è un ottimo gioco, esaltato in coro da quasi tutta la critica, ma sottovalutato e colpevolmente trascurato dal grande pubblico. Cinematografica, affascinante, carica di atmosfere sognanti, l’avventura di Jade e del suino Pei’j è in sostanza una rivistazione occidentale (ma più che altro francese, nel bene e nel male) del modello di Zelda. Offre un mondo aperto da esplorare, in perenne equilibrio fra fantasiosa poesia e gretto realismo, in cui ci si muove a bordo di veicoli strampalati, viaggiando fra un dungeon e l’altro.

A fare da raccordo fra i “livelli” e le vicende ci pensano una sceneggiatura molto ben scritta e un mondo di gioco vasto e ricco di grandi e piccole avventure nelle quali imbarcarsi. Beyond Good & Evil può essere affrontato a testa dura e portato a termine in tempi relativamente brevi, ma si presta anche a un’esperienza più ampia, fatta della classica marea di oggetti e oggettini sparsi in giro e pronti per essere cercati e recuperati dal giocatore. Giocatore che, invita all’avventura in maniera insolitamente amichevole, regalandogli una pratica e utilissima serie di indizi e aiuti per non perdere mai il filo della ricerca.

Ma il cuore di Beyond Good & Evil è probabilmente rappresentato dall’ottima fusione fra l’impianto narrativo e le meccaniche di gioco, in costante oscillazione fra i generi, con momenti d’azione pura che si alternano a fasi di esplorazione, avventure all’insegna dello stealth, frenetiche corse in nave, piccoli enigmi da risolvere e altro ancora. E dietro a tutto si trova un bell’intreccio di stampo cinematografico, che racconta l’ennesima storia di ribellione al potere costituito, sfruttando toni gustosamente indecisi fra la divertente favoletta adolescenziale e il dramma politicheggiante.

Perfino il doppiaggio italiano, che nei primi minuti lascia di sasso per certe voci davvero troppo bambinesche, sulla distanza funziona abbastanza bene (anche se temo sia ben lontano dalle meraviglie che leggo riguardo all’edizione originale). Insomma, Beyond Good & Evil è un gioiello da riscoprire, specie adesso che nei negozi te lo tirano dietro.

3 pensieri riguardo “Beyond Good & Evil”

  1. Beh, in teoria anche il finale del gioco lascia abbondantemente presagire un seguito, però mi sembra che poi Ancel si sia messo a fare tutt’altro.Temo che lo scarso successo abbia fatto abbandonare la cosa…

    Mi piace

  2. Ma poi fortunatamente ha convinto chissà chi e Beyond Good & Evil 2 sta arrivando… lentamente ma sta arrivando. E spero arriverà anche la tua recensione.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.