La spina del diavolo


El espinazo del diablo (Spagna/Messico, 2001)
di Guillermo Del Toro
con Fernando Tielve, Íñigo Garcés, Eduardo Noriega, Marisa Paredes, José Manuel Lorenzo, Irene Visedo

Dopo aver fatto sollevare più di un sopracciglio con Cronos, ma aver sostanzialmente mancato il bersaglio col suo esordio hollywoodiano (Mimic, un film obiettivamente modesto), Guillermo Del Toro impiega quattro anni per portare sul grande schermo una nuova pellicola. Solo nel 2001, infatti, sforna questo La spina del diavolo, mai distribuito in Italia e riesumato solo in questa estate dal taglio così fortemente horror.

El espinazo del diablo, in realtà, di horror ha quasi solo la campagna pubblicitaria, dato che il taglio è nettamente più quello di un intenso film drammatico. A guardarlo oggi sembra quasi di assistere alle prove generali dell’ottimo El Laberinto del Fauno, con il quale condivide la narrazione estremamente cruda, il contesto storico “rivoluzionario” e i continui cambi di registro, che svariano fra le suggestioni horror, il dramma politico, la commedia e l’avventura giovanile.

Meno rifinito, curato e compiuto rispetto al suo erede del 2006, La spina del diavolo è comunque un ottimo film, che riesce a raccontare con garbo, realismo e intensità il dramma degli orfani “generati” dalla guerra civile spagnola. Il tutto inserito in un contesto fantastico, che sfrutta il tema delle possessioni spiritiche per rendere ancora più tragico e poetico un racconto davvero toccante.

Le tante similitudini con El Laberinto del Fauno, però, finiscono per dare un certo senso di deja-vu e di insoddisfazione, perché l’ultima pellicola di Del Toro è obiettivamente superiore a questa. Ma, giudicato per i fatti suoi, La spina del diavolo rimane un film piacevolissimo e appassionante. Nel guardarlo col senno di poi, insomma, non stupisce che in seguito, con Blade II e Hellboy, il regista sudamericano abbia definitivamente sfondato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...