Considerazioni sparse dopo la prima fase


La Germania va avanti, facendo un po’ meno schifo del previsto, ma contro avversari tutto sommato abbordabili. Non c’è ancora stato bisogno di far valere il “fattore campo”, vedremo cosa succederà più avanti. In ogni caso, a occhio, potrebbe pesare contro la Svezia, ma l’Argentina vista fino adesso sembra più forte di qualsiasi torto arbitrale e di tutto il possibile pubblico.


L’Inghilterra vince ma non convince. Non del tutto, perlomeno. Spiace tantissimo per Owen, poveretto, ma paradossalmente il duo offensivo Pertica/Birraiolo mi pare meglio assortito. Ottimo Gerrard, si deve svegliare Lampard. La Svezia dubito possa farcela contro i tedeschi, specie con un Ibrahimovic in queste condizioni. Stima totale per Trinidad & Tobago, che han giocato tutto sommato pure meglio di quanto pensassi. Splendido vedere Yorke che fa “quello forte nella squadra di scarti” e arretra a far salire la boccia.


Il girone infernale ha finito per mostrare equilibrio zero, per colpa di una Serbia ridicola e della pollaggine della Costa D’Avorio (che se fosse stata più solida dietro avrebbe probabilmente dato ben altri grattacapi). L’Argentina è davvero splendida, ha segnato il gol più bello del Mondiale (Cambiasso dopo ottocento passaggi di prima in tipo un minuto di possesso) e ha mostrato tutto, dal cinismo nel tenere il risultato contro la squadra pericolosa, alla capacità di demolire la squadra ridicola facendo i numeri. Bella anche l’Olanda, ma coi limiti di una squadra giovane, inesperta e senza un vero uomo di personalità (forse solo Cocu, ma non ha la statura che ci vuole).


Ridicolo e non meritevole di commento il girone del Portogallo, mentre quello italiano è stato il più equilibrato, anche se francamente mi è parso equilibrato più verso il basso che verso l’alto. Nel 2002 gli USA arrivarono carichi, in stato mentale di totale grazia (coglioni fumanti sul piatto) e con un tabellone obiettivamente abbordabile. Fu un quarto di finale meritatissimo (e solo un rigore negato li separò dai supplementari con la Germania), ma erano e restano una squadra obiettivamente scarsina, che per di più a ‘sto giro ha giocato una partita intera senza coglioni, ha deluso nei suoi uomini migliori, ha segnato un solo gol (l’autorete di Zaccardo non fa testo) e ha subito pure qualche torto arbitrale nel match decisivo. Ecco, nonostante tutto questo, hanno avuto speranze di passaggio del turno fino all’ultimo… come si fa a parlare di girone forte? Detto ciò, l’Italia alla terza giornata se l’è cavata con autorità in una situazione in cui, normalmente, uscirebbe con la coda fra le gambe e in mezzo alle polemiche. Non solo, ha un tabellone estremamente favorevole, che le potrebbe permettere di andare avanti e far crescere chi ancora non è in piena forma. Qua finisce che si arriva davvero in fondo. Da sottolineare come il passaggio del Ghana porti a sei la striscia di Mondiali consecutivi in cui una squadra africana passa il primo turno. Da sottolineare, infine, l’uscita di scena del merda. Muori.


Il Brasile vince, ma convince più o meno come l’Inghilterra. Le riserve giocano meglio dei titolari. Ronaldo cresce di partita in partita, ma resta un po’ gordo. Non so francamente che dire, ma certo è chiaro che con quella gente in squadra è un attimo vincere anche la partita più stronza. Lode e gloria agli australiani, cazzutissimi e mai domi, con una rimonta esaltante sui giapponesi e una partita con i croati che paradossalmente meritavano di stravincere e han pareggiato quasi a culo. Si fermeranno agli ottavi, ma han fatto un gran mondiale. Spiace per i nippo nappo, che però son sempre quelli: qualche bella fiammata, ma il nulla davanti e i polli dietro. Splendido, però, davvero splendido, il gol di Tamada contro il Brasile. Bella l’azione, belli i due passaggi, bello il movimento della punta, bellissimo il tiro nel sette sul primo palo. Tecca e Altafini sono rimasti zitti per qualche secondo. Magari, se Zico avesse fatto giocare lui, invece di tenere in campo il cadavere di Takahara e quel catorcio di Yanagisawa, con l’Australia avrebbero segnato il secondo gol e vinto.


La Svizzera si conferma squadra stracazzuta e solida, che del resto in tempi non sospetti avevo pronosticato prima nel girone. E contro l’Ucraina hanno una solida chance per conquistare degli ottimi quarti di finale. La Francia, aiutata da un’avversaria indecente, ha tirato su la cresta e va agli ottavi. Vedremo. Per citare Compagnoni, “La Corea esce a testa alta”. Molti dicono che è più debole rispetto a quattro anni fa, a me sembra che la differenza principale siano gli arbitri, che, con tutta la possibile voglia di buona fede, una mano l’avevano ovviamente data (e, certo, pesa anche l’assenza di Hiddink in panchina). Hanno comunque fatto quello che potevano, contro due squadre obiettivamente superiori sul piano tecnico e fisico. E i tifosi coreani restano divertentissimi e un piacere da guardare e ascoltare.


Spagna bellissima da vedere, possesso palla, inserimenti, due punte in gran forma, ce n’è per tutti i gusti. Va però detto che ha incontrato un’Ucraina contrattissima all’esordio e due squadre un po’ indecenti. Caressa e Vialli dicono che il possesso palla è bello, ma se la palla glie la rubi e li attacchi in velocità e in profondità possono faticare parecchio. Tendenzialmente, agli ottavi, Malouda, Vieira e Makelele qualche palla dovrebbero rubarla. Vediamo se Henry le sfrutta. L’Ucraina passa il turno con un rigore netto negato alla Tunisia e un rigore regalato a Shevchenko che inciampa da solo. In tre partite ho visto una squadretta nervosa e poco incisiva, ma obiettivamente contro la Svizzera possono giocarsela. Girone francamente brutto, il loro, anche se l’Arabia Saudita contro la Tunisia ha fatto due gol della madonna.

Finisce quindi uno spettacolare primo turno. Qualche partita un po’ di merda, francamente, ma tantissime emozioni, spesso anche in match, come detto, non bellissimi. Ultima giornata spettacolare, con solo un girone totalmente chiuso e almeno la metà con davvero qualcosa di serio in palio. Più in generale, proprio guardando i tifosi, la gente, le squadre, si respira una bella aria, o perlomeno questo traspare dalla TV.

A proposito di TV, la copertura di Sky è fenomenale, mi sono guardato praticamente tutto (ho rinunciato giusto a qualcosina durante Cannes, ma la gestione di higlights, repliche e registrazioni su MySky ha aiutato alla grande), ho goduto con diretta gol nella terza giornata e mi sono pure ascoltato un po’ di chiacchiere in studio, che si confermano mille volte più ascoltabili che da qualsiasi altra parte.


Unico lato negativo, ma secondo me MOLTO negativo, gli arbitraggi. Forse la cosa è poco in luce perché, rispetto al 2002, la squadra di casa non ha ancora avuto bisogno di spintarelle e, soprattutto, l’Italia non ha subito torti particolari, ma si sono viste robe imbarazzanti. Lasciamo pure perdere i fuorigioco sbagliati, che poi alla fine, specie con le nuove regole, è questione di centimetri. Ma in area di rigore si è visto veramente di tutto. Così, pensandoci al volo, mi vengono in mente il gol irregolare convalidato ai giapponesi e il rigore netto a loro negato contro l’Australia, il rigore inventatissimo contro gli USA nella partita col Ghana, il rigore netto negato alla Tunisia contro l’Ucraina (con poi quello regalato a Shevchenko), la comica delle tre ammonizioni a Simunic. E oltretutto, qui, a far ridere i polli non sono manco (non sempre, perlomeno) arbitri di secondo piano, ma gente tipo Merk, che in teoria dovrebbe essere “candidato” per la finale. Andiamo bene…

9 pensieri riguardo “Considerazioni sparse dopo la prima fase”

  1. Caro mio, se vivessimo nella stessa città ti inviterei a vedere le partite insieme. Ilarità garantita. Seguo il calcio solo quando somiglia a Giochi Senza Frontiere (come ho già scritto altrove) e per le nazionali mi scaldo a bestia. Ma per il resto non ne so niente.L’effetto prodotto è che i miei commenti fanno sorridere i maschietti calciofili intorno. Dal che deduco che sono di grande ingenuità.Non intendo ferrarmi su questo campo, comunque. Mi basto così.

    "Mi piace"

  2. Disgrazia e raccapriccio, < HREF="http://fifaworldcup.yahoo.com/06/en/060624/7/86b6.html" REL="nofollow">Senderos<> lascia il Mondiale, non per il sangue che si vede in foto, ma per la spalla che si è sminchiato nel finale di partita.Sono depresso.

    "Mi piace"

  3. Frank se l’Italia va in finale vieni su? Io sono stata messa a tacere in casa mia (non dal giopep, per fortuna) perché commentavo (e non mi pareva di dire stronzate diverse da quelle che dicevano i maschietti).Detto questo, giopep quando vede le partite in compagnia, è un vero spettacolo, meglio che guardare la partita.

    "Mi piace"

  4. > Frank se l’Italia va in finale vieni su?Ma ce vuoi anche a me, Rumika?Io è da un po’ che glielo dico. Frank, appena hai qualche giornaccio libero – te venisse un colpo – qua bisogna andare in Uruguay (nel senso di fermata della metro Milanese). Oh vediamo se hai il coraggio di tirartela anche davanti ai padroni di casa! Forza, PARLA ORA!

    "Mi piace"

  5. Perché no? E semmai, quand’è la finale?Ah, l’Edicola è a Milano, eh? Lassù ci tornerò l’11/7 per UN concerto… ebbene sì in una delle mie vite parallele (fuori dalla portata di Gizmo/Acidshampoo) mi aggrego a spedizioni di fissati del rock’n’roll più datato.Comunque potreste scendere anche voi. Dove abito ora guardiamo le partite proiettate su telone in sala.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.