[Cannes 2006] La tourneuse de pages – The hawk is dying – Shortbus


Un certain regard
La tourneuse de pages (Francia)
di Denis Dercourt

Film indeciso fra il thriller, la commedia nera, il dramma dai toni epici, che racconta una vendetta nata nel crudele cervello di una bambina e consumata undici anni dopo. La voltapagina viaggia pericolosamente in cima al baratro del ridicolo, ma tutto sommato è un film piacevole e a tratti divertente. La passeggiata finale modello Keyser Soze non si può guardare, però.

Quinzaine des Réalisateurs
The hawk is dying (USA)
di Julian Goldberger
Un filmetto da festival, che butta inutilmente sul pomposo e sul pretenzioso una vicenda che poteva essere raccontata con maggiore umiltà e concretezza. Bravissimo Paul Giamatti, capace di rendere quasi interessanti una serie di lunghi monologhi senza senso, ma solo la sua interpretazione e la bellezza del falco rendono interessante questo film.

Fuori concorso
Short Bus (USA)
di John Cameron Mitchell

Film spudorato e svergognato, drammatico, intenso, ironico e divertente, che racconta l’amore e il sesso nelle coppie “di tutti i tipi”. Scende nel dettaglio, anche e soprattutto grafico, ma riesce sempre a non scadere nel morboso grazie alla forte autoironia e alle tante risate che strappa. Qualche passaggio un po’ fuori giri, soprattutto quel finale cantato ai limiti dell’insopportabile, ma un bel film. Sempre che non dia fastidio vedere uccelli in primo piano per un’ora e mezza di fila.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...