Fame chimica

Fame Chimica (Italia, 2003)
di
Antonio Bocola e Paolo Vari
con Marco Foschi, Valeria Solarino, Matteo Gianoli

Interessante esordio per due registi italiani che non si piegano al trend dello sciatto e mettono in scena una Milano non proprio da bere, senza però rinunciare alla cura per l’immagine e mostrando una regia robusta e convincente tanto quanto le prove degli attori, soprattutto dell’ottimo Matteo Gianoli.

Insomma, un film antimucciniano se ce n’è uno, privo della pomposa retorica e del gusto per lo spettacolo che caratterizzano il regista romano e i suoi epigoni. Vari e Bocola si concentrano sul realismo dei drammi da periferia, sui furtarelli, sulla vita da panchina al parco e sul razzismo del leghista frustrato. E raccontano i sentimenti, il rapporto fra padre e figlio, l’amicizia, l’amore per la figlia del barista.

Peccato solo per quei ridicoli inserti musicali con un dimagritissimo Zulu, davvero pacchiani e fuori posto. Ma ignorandoli si scopre un bel film italiano recente. Il che, diciamocelo, non è mica facile.

2 pensieri riguardo “Fame chimica”

  1. Non ho visto il film (e lo confondo sempre con Provincia Meccanica), ma ne approfitto per consigliarti due film italiani STUPENDI visti quest’anno.– Arrivederci Amore Ciao (di Michele Soavi)– E Se Domani (di Giovanni La Pàrola)Ma poi com’è che ogni volta che vedo Paolo Kessisoglu al cinema o a Camera Cafè non posso non pensare a te? Per me siete separati alla nascita.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.