Azzurri


Non so bene perché, ma ho sempre fatto una gran fatica a tifare Italia nel calcio. Qualsiasi altro sport, penso alle varie discipline olimpiche o al basket (dopo la semifinale olimpica fra Italia e Lituania, vista dal vivo, mi ritrovai completamente senza voce), mi fa esaltare per gli azzurri senza alcun ritegno. Ma il calcio no. La nazionale mi sta sulle palle, a tratti addirittura arrivo a tifare contro. O, perlomeno, mi stava sulle palle. Ecco, dal mio personalissimo punto di vista, Lippi ha sicuramente un merito: quello di avermi fatto diventare simpatica la nazionale di calcio. Quest’estate non sarò forse tifoso sfegatato, ma di sicuro simpatizzero per gli azzurri. Mi sembra già un bel risultato.

Domani si gioca Italia Germania (quattroatre), l’ultima amichevole ufficiale di preparazione per i Mondiali del 2006. Quando Lippi ha diramato le convocazioni si è ovviamente scatenata la solita tarantella di polemiche, dubbi e domande. Personalmente penso che – eventuali infortuni a parte – i convocati di questa settimana siano in sostanza quelli definitivi, seppur con qualche “ma” e qualche “se”. Soprattutto, qui Lippi ha fatto le convocazioni “gruppo”, chiamando anche gente che è stata parte integrante nelle qualificazioni e adesso non sta attraversando un gran momento, credo per confermare loro la fiducia (penso soprattutto a De Sanctis e Iaquinta). Ma, come detto, ci sono delle cose ancora da decidere.

In porta è abbastanza dichiarato che ci sarà Peruzzi, quindi uno fra Amelia e De Sanctis resterà a casina (al momento credo De Sanctis).

In difesa i quattro centrali mi sembrano abbastanza sanciti: Cannavaro, Nesta, Materazzi e Barzagli. Non ci sono praticamente altre scelte e dubito cambierà qualcosa.

Sui terzini c’è il primo “dubbietto”, almeno teorico. Zambrotta e Grosso li vedo abbastanza inamovibili, quindi credo che Zambro giocherà a destra. I panchinari vengono di conseguenza: Oddo e Pasqual (che secondo me con questa convocazione è indicato come nettamente primo davanti a Chiellini e Balzaretti). Comunque, se Zambro dovesse giocare a sinistra, Pasqual starebbe a casa e verrebbe anche Zaccardo. Fra l’altro, è da verificare se Zaccardo sia davvero secondo a Oddo: penso che al momento Lippi preferisca ancora il giocatore del Palermo. Poi è da vedere anche se Pasqual sarà in grado di tenere su questi livelli fino a fine stagione, perché chiaramente non è un inamovibile del gruppo. Panucci ce lo scordiamo: credo proprio che Lippi non lo apprezzi, e io sono con lui.

A centrocampo i titolari sembrano essere Pirlo, Gattuso e Camoranesi. Con loro De Rossi, Barone e Diana. Per questa amichevole, comunque, è giustamente saltato fuori Perrotta. Lippi ha dichiarato che l’avrebbe chiamato anche senza l’infortunio di Totti e questo è importante. Perrotta lo puoi mettere un po’ dappertutto a centrocampo, anche a fare il trequartista (per quanto chiaramente non ti dia la qualità del Pupone). Secondo me ruberà il posto a Barone: De Rossi, col campionato che sta facendo, è indiscutibile, e Diana è l’unico vero cambio per Camoranesi (anche se Perrotta può pure giocare sulla destra, quindi il biondo non è proprio proprio irrinuciabile). Se per caso Totti non ce la facesse a tornare, credo che ci sarebbero questi nomi (compreso Barone). Brocchi secondo me la nazionale la vede solo in caso di infortuni seri per chi gli sta davanti. Difficile, infine, che un Semioli o un Marchionni rubino il posto a Diana: troppo offensivi.

Capitolo Corini: Lippi non lo vede, credo, e soprattutto ritiene che Pirlo e De Rossi bastino e avanzino. Di base, c’è anche da dire che negli ultimi tempi Corini gli ha dato un motivo in più: è sempre spaccato. Francamente, un conto è portarsi uno magari non a postissimo (come probabilmente sarà Totti) se è il titolare irrinunciabile, ma almeno in panchina forse è meglio avere garanzie.

In attacco, Toni, Gilardino, Del Piero e Iaquinta (oltre a Totti) sono più o meno gli inamovibili del gruppo. Lippi ha puntato su di loro fin dall’inizio e difficilmente cambierà idea. Sui primi tre penso non ci sia molto da dire e di base credo sia stato giusto convocare Iaquinta, tutto sommato, proprio per fargli capire che ha ancora la fiducia del CT. Non mi sento di escludere, comunque, che se Iaquinta non torna ai livelli di inizio stagione Superpippo gli freghi il posto (se continua a giocare in questo modo, ovviamente). Vieri è un favorito di Lippi, che non aspettava altro di vederlo giocare in maniera appena decente per convocarlo. Credo tenga a lui soprattutto perché è uno che fa spogliatoio e aiuta nella questione gruppo (e grippo). Al 90% Vieri sarà la quinta punta.

Cassano secondo me Lippi non lo vuole, teme possa essere dannoso per lo spogliatoio e teme anche un po’ le menate mediatiche che genererebbe. Inoltre, se Lippi vuole insistere coi due centravanti più il trequartista, Cassano è forse un po’ troppo offensivo per stare dietro le punte. Comunque, sarò malizioso, ma secondo me spera che nel Real continui a non giocare, così ha la scusa per non chiamarlo (e avrebbe pure tutte le ragioni). Detto questo, se improvvisamente diventasse titolare nel Real e li guidasse alla vittoria in Champions, potrebbe rubare il posto a Iaquinta/Inzaghi, certo non agli altri. Ma mi sembra molto difficile.

Lucarelli non esiste. Magari Lippi non pensa che funzionerebbe col suo sistema di gioco (anche se l’unica volta che l’ha chiamato ha fatto gol), magari crede che fuori dalla squadretta piccola che gioca tutta per lui non andrebbe altrettanto forte, magari teme il caos mediatico che potrebbe generare (“mettialucareeeelliiiii”), magari gli sta semplicemente sul cazzo il comunista. In sostanza, comunque, penso sia praticamente impossibile che venga convocato: dovrebbero infortunarsi Inzaghi e Iaquinta e far ridere da qui alla fine Cassano e Montella. Così, a naso. Fra l’altro, in relazione a Lucarelli, molti sostengono che sia ridicolo non chiamare il terzo cannoniere italiano, ma ricordiamoci che nel 1982 Pruzzo, capocannoniere del campionato, fu lasciato a casa da Bearzot.

Devo dire comunque che, per quanto mi dispiaccia (molto) per Lucarelli, apprezzo lo spirito con cui Lippi sta svolgendo il suo compito e le scelte legate al gruppo da formare. Sta facendo un buon lavoro e, forse, per la prima volta mi troverò a simpatizzare davvero per gli azzurri. Certo, per portarmi al tifo da ultrà ci vorrebbe Cristiano…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.