Una stagione selvaggia


Savage Season (USA, 1990)
di Joe R. Lansdale

Nel 1990 Joe R. Lansdale pubblica, con Savage Season, il primo capitolo delle avventure di Hap Collins e Leonard Pine. Quel libro in Italia non ha mai visto la luce e ho dovuto recuperarlo su play.com. Nel 1994 esce Mucho Mojo, secondo episodio di quella che diventa quasi ufficialmente una saga. Mucho Mojo è stato pubblicato in Italia da Bompiani, in un’edizione economica che mi sono accaparrato, credo, nel 98. Quel volume, a oggi, risulta esaurito e il sito ufficiale di Bompiani non ne fa proprio menzione. Insomma, anche Mucho Mojo va recuperato su play.com. I successivi quattro episodi (Il mambo degli orsi, Bad Chili, Rumble Tumble e Capitani oltraggiosi) sono stati tutti pubblicati da Einaudi che, sull’onda del recente successo riscosso in Italia da Lansdale, ha dichiarato di voler pubblicare tutta la saga in ordine cronologico. Certo, cosa ci sia di cronologico nel partire dal terzo episodio mi sfugge, ma speriamo significhi che presto vedremo uscire anche i primi due.

Ma di che parla, Savage Season? Hap è un ultraquarantenne ex hippie, si è fatto parecchi anni di galera per aver ostentato il suo rifiuto di andare in Vietnam e ha ottenuto di perdere la donna (evidentemente molto meno idealista di lui) e ritrovarsi in mezzo a una strada. Leo è un gay di colore, alleva cani da caccia, la guerra in Vietnam l’ha fatta e non perde occasione per farlo pesare al suo migliore amico Hap. In Savage Season i due scorrazzano fra le regole e gli stereotipi del noir, vivendo un’avventura fatta di atmosfere cupe, disilluso cinismo, cattivissima autoironia e situazioni davvero brutte brutte brutte. C’è la dark lady affascinante e pronta a sbattertela al culo, ci sono dei cattivi squallidi e insopportabili, c’è il fine tutt’altro che lieto. Non manca nulla ed è tutto scritto a regola d’arte. Con questa, è ufficiale: sono definitivamente innamorato di Lasndale, anche se come uomo lo trovo un po’ brutto.

Colpo di scena: otto mesi dopo la pubblicazione di questo post, Savage Season ha finalmente goduto di un’edizione italiana, curata da Einaudi, intitolata Una stagione selvaggia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.