Usenet Amarcord #004


26 Marzo 2003
Il Vanz pubblica su it.arti.cinema questo esilarante messaggio, in cui elenca le sacre leggi del cinefilo integralista. Un decalogo carico di (auto)ironia, divertentissimo già di suo, ma che ebbe anche il merito di generare un paio di thread molto simpatici. Ovviamente, come al solito, in fondo trovate gli appositi link a google gruppi.

Il Decalogo del Cinefilo Integralista (Istruzioni per l’Uso della Sala Cinematografica)

1. Al Cinema si arriva almeno mezz’ora prima, anche con il posto garantito. Non per fanatismo, ma per godersi religiosamente l’aspettativa, passeggiare sulla morbida moquette rossa dell’atrio, ascoltare di nascosto quello che si dicono le coppie mentre arrivano.
E soprattutto scegliersi con cura i posti (vedi punto 3).
Anche se sono decisi dal computer, se si è in più di due è bene essere quello che assegna i posti. Comunque sconsigliato andare al cinema in più di quattro.

2. Niente Popcorn, coche cole, merendine, cazzi e mazzi: al cinema si va per guardare un film, non per mangiare.
Se hai fame vai in pizzeria, ma non venire a rompere i coglioni a me col crik crok mentre guardo un film (eccezione di mafe: a meno che non sia un Bond, Mission Impossibile o un film tratto da un videogioco).

3. I Posti: Avanti e Centrali, e su questo non si discute. Nessun possibile negoziato: rigorosamente i posti centrali tra la quarta e la settima / ottava fila, a seconda delle dimensioni dello schermo e della distanza tra prima fila e schermo.

4. Lo Squillare in Sala (anche a film non iniziato) di un cellulare lasciato (anche inavvertitamente) acceso implica l’immediata punizione con taglio della mano rituale sul ceppo in cui il bigliettaio infila le matrici dei biglietti. La cerimonia sarà pubblica, per educare le masse.

5. Durante la Pubblicità si sta zitti e si guarda lo schermo: anche quella è stata girata da un regista (cioè qualcuno molto più bravo a girare dello spettatore, quindi è il caso di mostrare rispetto).
Parlare durante i trailer è quasi altrettanto grave che parlare durante il film (vedi punto 6).

6. Durante il Film *Non si Parla*, mai, MAI, per *nessuna ragione*.
Inoltre si evita di tossire e si respira piano.

Al di fuori del principio d’incendio e altri rischi di morte immediata, non ci sono possibili deroghe a questa regola, il mancato rispetto della quale può scatenare rappresaglie di entità sharoniane.

Se si ha il raffreddore o la tosse non si vada a contagiare altre trecento persone, se si hanno bambini irrequieti li si porti a vedere Monsters Inc. al sabato pomeriggio e non a rompere i coglioni durante i film veri, se non si governa l’animalesco istinto di commentare come se si fosse davanti a Domenica In, si stia a casa a guardare Domenica In e a regredire allo stadio di homo erectus.
Tutti vedono le stesse cose che vedi tu, perché, *PERCHE’* insisti a raccontarle al vicino?

7. Durante l’intervallo (che non dovrebbe nemmeno esistere) è consentito – ma sconsigliato – fare una rapida incursione in bagno per necessità fisiologiche, sempre in silenzio.
Il film non è finito: non c’è il tempo né la voglia di uscire dalla trance per soddisfare i petulanti bisogni di comunicare altrui, che devono essere repressi.

8. Durante i Titoli di Coda si sta seduti e li si legge: si dà il caso che contengano informazioni non secondarie quali i nomi di tutti gli attori e comparse, del montatore e dell’aiuto regista, titoli e autori dei brani presenti nella colonna sonora, e spesso anche il nome del regista, informazione che più di metà degli spettatori di solito ignora.

Durante i titoli di coda è consentito parlare solo per commentare il casting e le varie professioni del cinema (era meglio il gaffer o il best boy grip, ecc). Sulla colonna sonora è d’obbligo il religioso silenzio, poiché scorre così in fretta da richiedere la massima concentrazione.

9. All’Uscita dalla Sala la domanda da NON fare mai a bruciapelo è “ti è piaciuto?” (soprattutto se condita da amenità quali “tu che ti intendi di cinema”).
Importante: *NON si esprimono opinioni* sul film almeno fino al giorno successivo: qualunque cosa detta prima è inaffidabile e a serio rischio di stronzata.

10. All’Uscita dal Cinema lo Spettatore potrebbe essere in stato di trance, e va trattato come un sonnambulo. Non gli si parli. Se proprio si deve, lo si faccia piano e lentamente, senza concetti complessi e comunque sempre senza domande sul film.
Non si chiedano spiegazioni sulla trama: è il classico argomento da tenere per la cena successiva, nella quale forse qualche illuminato avrà la pazienza di risolvere le incomprensioni e arricchire i livelli di lettura più primitivi.

Il thread originale su google gruppi
Un altro thread generato dallo stesso post

Annunci

4 pensieri su “Usenet Amarcord #004”

  1. concordo su tutto.ora, voglio chiederti:a me irritano le risate della gente. sono normale?ridono sempre (SEMPRE!)per monate assurde.ridono quando non c’è da ridere, e viceversa.poi vabbè,non parliamo nella spontaneità con cui avviene tutto ciò…”AH,AH,AH.*pop corn crock,pop corn croock,munchmunch*,AH AH AH”.vabbè che posso anche rispondermi da sola sulla mia “salute mentale” dato che sono le 3.09 e sono in piedi a leggere il tuo blog _-_!‘nite.

    Mi piace

  2. HAhahahaha, sottolineo che quella roba non l’ho scritta io, eh!Comunque alla fine concordo pure io, anche se non è che ne faccia una questione di sangue acido.Le risate poco spontanee, l’autocompiacimento, la complicità col regista, il “ha ha ha, l’ho capita questa cosa divertente, hey, vicino di posto, mi senti, l’ho capita!” sono in effetti meravigliose.Comunque, da fanatico di cinema horror, la cosa che odio di più è la chiacchiera per nascondere il panico.In quei momenti in cui sta salendo la tensione, si accumula la paura, e la gente comincia a bisbigliare a chiacchierare, per distrarsi e far vedere che non teme. Tipicamente è il maschio dominante che spiega alla femmina cose tipo “adesso esce il mostro dall’armadio”.😀

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...