Venezia a Milano – 4 film all’alba


In concorso
The Brothers Grimm
di Terry Gilliam (GB)
Bella e divertente favoletta avventurosa, meno delirante rispetto ad altri film di Gilliam, ma il tocco si vede in tanti piccoli dettagli. Due ore piacevolissime, anche se in effetti il dubbio è lecito: che minchia ci faceva in concorso?

Sezione Orizzonti
The Wild Blue Yonder
di Werner Herzog (Germania/GB/Francia)
Uno pseudodocumentario sulla vita aliena raccontata dal sedicente “visitatore da un altro pianeta” Brad Dourif. Evocativo e delirante, prevedibilmente abbastanza lento, graziato da una signora colonna sonora.

In concorso
Takeshis’
di Takeshi Kitano (Giappone)
Fesseria dichiarata già nelle intenzioni, fesseria si conferma. Qualche gag diverte, qualche immagine rimane nella memoria, ma è poca cosa.

Sezione Giornate degli autori
C.R.A.Z.Y.
di Jean-Marc Vallée (Canada)
Come riconciliarsi col cinema francofono in 125 minuti. Venti anni di vita, fra i Sessanta e i Settanta. Il non sempre facile rapporto coi (4) fratelli e i (2) genitori. I (tanti) dubbi e le (poche) certezze, il sesso, la droga e il rock ‘n roll. E Patsy Cline. Bello bello bello bello bello bello bello bello e bello.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.